Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 880
GIARRATANA - 07/05/2012
Cronache - Due comisani e un ragusano colti in flagranza sulla Ss 194

Carabinieri arrestano 3 presunti ladri di gasolio

Due comisani e un ragusano traspostavano dentro il cofano di una macchina di grossa cilindrata 200 litri di gasolio asportato dai serbatoli degli autobus di linea
Foto CorrierediRagusa.it

I continui rincari alla pompa hanno fatto diventare il gasolio un liquido prezioso. E si moltiplicano i ladri di carburante. I Carabinieri di Monterosso Almo e di Giarratana negli ultimi controlli di fine settimana ne hanno arrestati tre, tutti in flagranza di reato. Per furto aggravato sono finiti in carcere Giuseppe Scrofani, comisano, Salvatore Iemolo, comisano e Nadge Rosa, ragusano, tutti incensurati.

I tre ragazzi sono stati bloccati a Giarratana, lungo la statale 194, nei pressi del piazzale antistante il cimitero. Avevano da poco alleggerito di circa 200 litri (foto) i serbatoi di alcuni pullman di linea. Già nelle scorse settimane a Giarratana e Monterosso Almo i pullman erano stati presi di mira e in più occasioni erano stati rubati centinaia di litri di gasolio.

Oltre il danno economico –affermano i Carabinieri- questi furti provocavano anche disservizi alle linee private e ai cittadini. La mattina, all’inizio del servizio, infatti, gli autisti trovavano i serbatoi vuoti ed erano costretti a rifare rifornimento. A seguito di questa serie di furti le due Stazioni Carabinieri dei comuni montani hanno intensificato i servizi notturni, e domenica notte i militari dell’Arma hanno colto in flagranza i tre giovani, a bordo di una macchina di grossa cilindrata, all’uscita del piazzale di sosta dei pullman, carichi di taniche piene di gasolio e in possesso di tutta l’attrezzatura per potere asportare il carburante. L’attrezzattura è stata sequestrata e la refurtiva, interamente recuperata, è stata immediatamente restituita ai proprietari.