Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 574
COMISO - 29/07/2010
Cronache - Comiso: colti in flagranza in abitazione, arrestati dalla Polizia

Il padre lo dà per disperso e il figlio ruba negli appartamenti

Uno era nascosto sotto lavabo del bagno; l’altro acciuffato dopo la fuga di qualche ora. La padrona di casa era in Germania da parenti

Ci hanno provato, ma non ci sono riusciti. Neanche ad evitare le manette ai polsi per la seconda volta nel giro di pochi mesi. La Polizia di Comiso ha tratto in arresto due comisani che avevano forzato un’abitazione di via Monserrato. Fatto accaduto alle 5 del mattino. Uno lo hanno preso che era rannicchiato sotto il lavabo del bagno, l’altro dopo qualche ora dalla fuga.

Quando i poliziotti sono entrati nella casa hanno notato il disordine dovuto provocato dai malfattori. Alla vista degli agenti un giovane, riconosciuto dai poliziotti, ha scavalcato una finestra che si affaccia su via Rattizzi per darsi alla fuga. L’altro malvivente, invece, s’era nascosto dentro il bagno e si era chiuso dall’interno.

Con la collaborazione di poliziotti della Questura di Ragusa e del Commissariato di Vittoria, giunti a dare manforte, gli agenti hanno sfondato la porta del bagno trovando uno dei malviventi accovacciato sotto il lavabo. Si tratta di Andrea Lodato, comisano di 29 anni, con precedenti, già in passato arrestato dalla Polizia per il furto al chiosco della villa comunale. Intorno alle 10 i poliziotti rintracciavano e arrestavano anche il complice Salvatore Battaglia, vittoriese residente a Comiso, 31 anni, già arrestato nel mese di marzo per reati specifici.

I due, approfittando dell’assenza della padrona di casa, un’anziana signora che s’era recata in Germania per raggiungere parenti, avevano pensato di andare a rubare in via Monserrato. La Polizia, inoltre, rivela un particolare curioso. Andrea Lodato prima di essere colto in flagranza di reato, era ricercato su tutto il territorio nazionale a seguito di denuncia per allontanamento dell’abitazione presentata dal padre che temeva una possibile disgrazia.