Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 819
COMISO - 07/09/2009
Cronache - Comiso: i Carabinieri hanno sequestrato 600 grammi di droga leggera e un bilancino

Comiso: in manette conviventi presunti spacciatori di droga

Le manette sono scattate per Giuseppe Villadoro e Maria Di Mauro, entrambi 47enni, lui comisano, lei originaria di Siracusa
Foto CorrierediRagusa.it

Due conviventi col pallino dello spaccio. Giuseppe Villadoro e Maria Di Mauro (nella foto), entrambi 47enni, lui comisano, lei originaria di Siracusa, avrebbero trasformato la loro villetta nei pressi di Comiso in una sorta di centrale della droga leggera, dalla quale il viavai dei tossicodipendenti s’intensificava sempre di più. Tanto da attirare l’attenzione dei Carabinieri, che, all’interno dell’abitazione di due conviventi, hanno rinvenuto oltre mezzo chilo di marijuana, che, a quanto pare, la coppia coltivava in proprio nel giardino dietro casa.

Una quantità decisamente eccessiva per essere destinata all’esclusivo uso personale. Così sono scattate le manette ai polsi di Villadoro e della Di Mauro con l’accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio. La coppia, all’apparenza, era insospettabile. Anche se Villadoro aveva avuto in passato a che fare con la giustizia, negli ultimi anni pare avesse messo la testa a posto. La convivente era invece nota per essere una brava cuoca.

Invece i Carabinieri, insospettiti dai «pellegrinaggi» in quella villa da parte di soggetti già noti per essere assuntori di sostanze stupefacenti, i Carabinieri hanno rinvenuto 600 grammi di marijuana, già essiccata e conservata in un sacchetto di nylon, e un bilancino di precisione per il taglio della droga leggera in dosi destinate alla vendita. Nel giardino retrostante la villetta, i Carabinieri hanno trovato una pianta di canapa indiana, forse l’ultima di una piantagione più estesa dalla quale i due conviventi avevano ricavato i 600 grammi di marijuana. La pianta, la droga leggera e il bilancino sono stati sequestrati, mentre per Villadoro e la Di Mauro si sono spalancate le porte del carcere di Ragusa.