Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 828
COMISO - 15/07/2009
Cronache - Comiso: momenti di panico per il malcapitato cittadino

Comiso: randagi nel cimitero inseguono un visitatore

Dell’episodio, per fortuna senza conseguenze, si è interessato l’assessore ai servizi cimiteriali Salvo Dipietro

Un branco di cani randagi tra i viali del cimitero comunale. Un malcapitato viene inseguito e chiama la Prefettura. E’ accaduto tra le 9 e le 10 di martedì quando un ignaro signore, dopo avere fatto visita ai suoi cari estinti, si è imbattuto in un branco di circa 6 cani randagi che si aggiravano tra i viali del camposanto.

Terrorizzato, l’uomo ha percorso a grandi passi tutto il percorso fino al cancello, dove lo hanno soccorso gli operai ed i custodi della struttura. Dopo il terrore, la rabbia. Lo stesso cittadino ha dichiarato ai presenti di avere più volte segnalato la presenza di randagi nei dintorni, e notevolmente arrabbiato, ha chiamato la Prefettura dal suo cellulare. Questo secondo la ricostruzione dei presenti. In mattinata, anche l’assessore ai servizi cimiteriali, Salvo Dipietro, si è recato sul posto per cercare di risolvere il problema.

«Ho immediatamente chiamato il servizio di raccolta dei randagi, la Dog professional, che mi ha garantito un immediato intervento – ha confermato Dipietro - ma purtroppo ci sono grosse difficoltà a causa delle poche somme a disposizione. Comunque garantiremo lo stesso, margini di sicurezza».

Già qualche mese fa, anche il corpo di Polizia municipale si era attivato, recuperando su tutto il centro abitato, circa 20 cani randagi. Purtroppo però, soprattutto nei mesi estivi, il fenomeno del randagismo aumenta a causa del reiterato abbandono «degli amici dell’uomo» in mezzo alla strada o per le campagne, per andare in villeggiatura.