Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 14:58 - Lettori online 832
COMISO - 18/03/2009
Cronache - Comiso: taccheggio alle «Dune», denunciata famiglia vittoriese

Truffa a gestione familiare, prendi molto e paghi poco

La spesa per la settimana a prezzi stracciati evitando la cassa. Padre, madre e figlia denunciati dalla Polizia

Spesa gratis in un supermercato di Comiso. Alla cassa passavano solo pochi prodotti, il resto era nascosto nelle borse da donna e sotto il cappotto. Una famiglia di Vittoria (padre, madre e due figlie) è stata sorpresa a Comiso all’interno del supermercato «Le Dune», in contrada Giardinello. Sono stati gli stessi responsabili del supermercato a segnalare gli atteggiamenti sospetti dei quattro, che erano soliti aggirarsi per i corridoi e tra gli scaffali negli orari di punta del sabato pomeriggio, quando molte famiglie si recano a fare la spesa.

Anche loro facevano lo stesso, ma, quando giungevano alla cassa, nel carrello c’era solo una spesa di pochi euro. Una situazione che non è sfuggita all’occhio attento del personale del supermercato che, sabato scorso, ha chiamato la Polizia. Gli agenti sono arrivati e, nel piazzale, hanno trovato la famigliola mentre stava per salire in auto ed allontanarsi. Dentro la vettura è stata rinvenuta merce per 55 euro: nelle borse delle tre donne, invece, c’erano altri prodotti per circa 35 euro. Naturalmente senza lo scontrino fiscale. C’erano dei generi alimentari (come latte per neonati, carne e formaggi), ma anche barattoli di nutella, noccioline ricoperte di cioccolato, deodorante per persona, caffè, gomme da masticare ed altri generi non di prima necessità.

I quattro hanno dapprima cercato di negare, poi hanno ammesso di aver portato via la merce dal supermercato senza pagare. Per tre delle quattro persone fermate è scattata la denuncia per furto aggravato in concorso: si tratta di G.S., di 46 anni, pluripregiudicato, ex sorvegliato speciale, la moglie, M.C., di 46 anni e la figlia C.S., di 20 anni. L’altra figlia ha 13 anni e non è penalmente perseguibile. Per i due genitori è scattata un’aggravante: hanno rimediato una denuncia anche per aver determinato persone non imputabili (la figlia minorenne) a commettere reato. Della ragazza si occuperanno ora i servizi sociali. La merce rubata è stata restituita al supermercato.