Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 20 Giugno 2018 - Aggiornato alle 23:31
COMISO - 23/02/2018
Cronache - L’uomo è risultato essere un collezionista di armi in servizio a Sigonella

Americano con la pistola nel bagaglio bloccato in aeroporto

E’ scattata la denuncia per porto abusivo di arma da fuoco Foto Corrierediragusa.it

Il macchinario radiogeno dei bagagli a mano dei passeggeri in partenza aveva evidenziato la presenza di un oggetto che sembrava un’arma da fuoco: immediatamente è scattato il blocco del bagaglio sospetto e l´individuazione del proprietario in partenza per Francoforte. Dal controllo effettuato si accertava la presenza di una pistola all’interno del bagaglio a mano, priva però di munizionamento e caricatore. E´ successo mercoledì sera all´aeroporto di Comiso, dove poi si è proceduto al controllo manuale di tutti i bagagli al seguito del passeggero e dei parenti, e al controllo manuale sulle persone in sua compagnia al fine di accertare che il soggetto non volesse portare l’arma con il relativo munizionamento a bordo dell’aereo anche con la complicità di parenti o amici. Intanto l´uomo è stato identificato come un americano in servizio alla base militare di Sigonella, senza alcun precedente penale.

In pratica l´uomo, collezionista di armi, aveva dimenticato la pistola nella valigia nella fretta di fare il bagaglio. L’arma, una Beretta calibro 9, è stata comunque sottoposta a sequestro e fatta immediatamente periziare da un tecnico, il quale ha confermato che la stessa era perfettamente funzionate. A quel punto l´americano è stato denunciato per porto abusivo di arma da fuoco e consegnato a personale militare americano che lo ha ricondotto a Sigonella.

Nella foto la pistola sequestrata dalla polizia