Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 21 Novembre 2017 - Aggiornato alle 22:45 - Lettori online 408
COMISO - 04/10/2017
Cronache - Dopo una lunga attività di indagine

Ladro arrestato dai carabinieri

Il 21enne è stato rinchiuso nel carcere di Ragusa Foto Corrierediragusa.it

Per i carabinieri di Comiso sarebbe l´autore di un furto commesso ai danni di un´abitazione della cittadina lo scorso 23 giugno: gli elementi probanti sono stati condivisi dal magistrato e pertanto sono scattate le manette ai polsi del 21enne Pietro Ingrao, con precedenti penali, residente a Comiso ma domiciliato di fatto a Siracusa. La scorsa estate due pensionati, al rientro a casa avevano, trovato la loro abitazione svaligiata: mancavano gioielli e denaro contante pari a 17 mila euro. La denuncia sporta alla stazione dei carabinieri di Comiso aveva immediatamente dato il via all’attività investigativa: le testimonianze di alcune persone e le telecamere di alcune abitazioni limitrofe al luogo dove era stato commesso il furto avevano permesso agli inquirenti di delineare le fattezze somatiche del presunto responsabile: è stato tuttavia necessario avviare una mirata attività con il supporto dei moderni ausili tecnici.

Inoltre, grazie anche ai più consueti metodi d’indagine, quali pedinamenti, osservazione e controllo territoriale, gli investigatori sono riusciti a ricostruire i momenti salienti, fondamentali per definire l’impianto probatorio: è stato così individuato il presunto ladro. Al termine delle formalità di rito, il giovane è stato rinchiuso nel carcere di Ragusa, a disposizione del magistrato titolare dell’inchiesta. Un’indagine che non si ferma qui: infatti i carabinieri sono al lavoro per accertare collegamenti e responsabilità in altri furti in abitazione avvenuti nel territorio e, pertanto, le indagini sono suscettibili di ulteriori sviluppi.