Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 724
COMISO - 22/09/2008
Cronache - Comiso - A fuoco il furgone di un commerciante

Comiso: auto in fiamme nella notte

La solidarietà dell’Ascom: "Chiediamo maggiori controlli" Foto Corrierediragusa.it

Attentato incendiario nella notte a Comiso. Alle 4,30 del mattino di domenica, le fiamme hanno parzialmente distrutto un furgone Renault Kangoo, di proprietà di un commerciante, V.G., di 50 anni. Il mezzo era posteggiato in piazza Majorana, stazione di sosta dei pullman di linea. L’incendio è chiaramente doloso: le tracce trovate sono inequivocabili. Le indagini sono condotte dalla Polizia.

La Confcommercio di Comiso si schiera al fianco della vittima. L’episodio ha fatto alzare il livello di guardia ed il reggente dell’Ascom, Salvatore Digiacomo, ha espresso solidarietà al commerciante ed ha condannato il grave gesto. La Confcommercio, inoltre, torna a porre il problema della telesorveglianza.

«Chiediamo maggiori controlli delle forze dell’ordine soprattutto nelle ore notturne. Al comune chiediamo di accelerare le procedure per dotare i punti sensibili di Comiso di impianti di telesorveglianza. Uno tra questi potrebbe essere installato proprio in Piazza Majorana, che è uno dei luoghi nevralgici della città, che è anche stazione di sosta degli autobus.L’episodio, su cui le indagini sono in corso, potrebbe farci temere per il peggio, nel senso di un tentativo della criminalità di rialzare la testa».

Il presidente provinciale Angelo Chessari: «Noi esprimiamo solidarietà al commerciante vittima dell’episodio. L’azione dell’associazione di categoria vuole che emergano sacche di illegalità. Quindi, se qualche nostro associato, o qualche commerciante in genere, ha qualcosa da segnalare o da denunciare, lo faccia, non abbia timore alcuno. La nostra associazione sarà al suo fianco».

(Ha collaborato Laura Incremona)