Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:06 - Lettori online 847
COMISO - 10/09/2008
Cronache - Comiso - Tanto panico ma nessun danno alle persone

Black-out improvviso e cabina Enel a fuoco vicino alla scuola

I problemi alla cabina erano già stati segnalati senza riscontri Foto Corrierediragusa.it

Ha preso fuoco all’improvviso. In fiamme, martedì sera, a Comiso, la cabina Enel (nella foto) di viale della Resistenza, all’angolo con via Generale Girlando, nei pressi della scuola media Pirandello. Un improvviso black-out ha interessato tutta la zona della Villa comunale ed il quartiere Saliceto. Immediato l’intervento della Polizia, che ha allertato i Vigili del Fuoco, che sono intervenuti aprendo la porta d’ingresso e provvedendo a spegnere con gli estintori le fiamme ancora rimaste. Un fumo denso e acre si è diffuso nella zona. I residenti ed i titolari degli esercizi commerciali si sono riversati nella strada. I tecnici dell’Enel hanno lavorato a lungo per montare un gruppo di continuità ma una vasta zona del centro abitato è rimasta al buio per buona parte della notte.

I residenti della zona segnalano, già da tempo, i problemi alla cabina Enel. «Da circa un anno ? spiega il titolare di un bar ? segnaliamo i continui guasti. Spessissimo, la luce va via improvvisamente e gli operai dell’Enel sono costretti ad intervenire per sistemare la situazione». «Qualche giorno fa ? racconta un lavaggista ? la luce è andata via proprio mentre utilizzavo lo sgrassante, che serve ad eliminare lo sporco maggiore, ma che bisogna eliminare subito perché può corrodere la vernice. Spesso sono costretto a lavare le auto con le taniche dell’acqua o ad attendere con le mani in mano».

Ieri sera, la preoccupazione era dipinta sui volti di tanti: nei bar, i gelati vanno a male, i negozi non possono effettuare la chiusura di cassa. E il giorno prima, in un edificio, qualcuno era rimasto intrappolato per venti minuti in un ascensore. In agosto, è partita una raccolta di firme: venti commercianti chiedevano di provvedere ai continui disservizi. Dall’Enel, appena un giorno fa: è arrivata la risposta. Il problema sarà risolto entro ottobre. Ma martedì sera qualcosa non è andato per il verso giusto ed un interruttore ha preso fuoco. Gli operai hanno assicurati che quel problema è diverso da quello segnalato dai residenti e dai commercianti: «La cabina è in sovraccarico. Eseguiremo degli interventi per renderla idonea al carico della zona».