Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 1240
COMISO - 29/08/2008
Cronache - Comiso - Avrebbe compiuto 25 anni il prossimo 7 settembre

L´addio a Davide Arcidiacono, vita spezzata sulla strada

La festa della Madonna delle Grazie sarà dedicata a lui Foto Corrierediragusa.it

Un lunghissimo corteo, da contrada Manco fino alla chiesa della Madonna delle Grazie. Due ali di folla in attesa, un lungo applauso per accogliere la bara di Davide Arcidiacono. Avrebbe compiuto 25 anni il prossimo 7 settembre, si è schiantato con la sua auto, una Mini-One, a pochi chilometri da Comiso mentre stava per recarsi al lavoro nel supermercato DiMeglio di Santa Croce Camerina. Gli amici del bar Blue-Moon sono gli ultimi ad averlo visto da vivo: lì Davide si è recato, poco prima delle 13.30, per un caffè, pagato da un amico. Poi è salito sulla vettura ed è andato via, incontro alla morte.

Sulla bara ricoperta di fiori la foto di Davide e poi una maglietta bianca, anch’essa con la foto, e la scritta «Ti ricorderemo sempre così. I tuoi amici». E giovedì pomeriggio i suoi amici erano tutti lì, stretti attorno ai genitori ed ai parenti, per un ultimo saluto all’amico che non c’è più. La chiesa non bastava a contenere tutti: centinaia di persone sono rimaste all’esterno, in piedi e sugli scalini e sulle panchine di corso Vittorio Emanuele e corso San Francesco. Gli altoparlanti hanno permesso di seguire il rito anche all’esterno.

Il funerale avrebbe potuto essere celebrato in una chiesa più grande, ma i genitori, Sara e Giovanni, insieme ai fratelli, Emilio ed Alessandro, hanno voluto che ad accogliere Davide, per l’ultima volta, fosse la chiesa della loro parrocchia. Il 7 settembre, giorno del compleanno di Davide, è anche il giorno della festa parrocchiale, in onore della Madonna delle Grazie: la festa ? ha detto il parroco, don Franco Ottone ? sarà dedicata proprio a lui. La prima messa del mattino sarà celebrata per lui. A lui sarà dedicata anche la sfilata delle «Fiat 500», una delle iniziative in programma in questi giorni che precedono la festa. La parrocchia della Madonna delle Grazie, in occasione della festa, celebra ogni anno una messa dedicata ai giovani che non ci sono più. Il nome di Davide, quest’anno, sarà in cima alla lista.

Nel corso del rito funebre don Ottone ha ricordato Davide ed citato una frase di Sant’Agostino: «Signore, non mi lamento perché me l’hai tolta, ma ti ringrazio perché me l’hai data». Poi ha letto una lettera scritta dai cugini di Davide: «Sarai sempre quella creatura sorridente e amata da tutti noi. Il signore ti ha stretto la mano e ti ha portato in Paradiso».

Intanto, nell’ospedale Cannizzaro di Catania, continua l’odissea di S.M., il giardiniere di Charamonte Gulfi, 45 anni, che si trovava sul camion che, mercoledì pomeriggio, si è scontrato con la Mini-One di Davide Arcidiacono. L’uomo ha fratture multiple, ma non corre pericolo di vita. Il figlio, R.M., 17 anni, ha riportato solo ferite lievi.

Davide Arcidiacono