Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 18 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 16:26 - Lettori online 880
COMISO - 31/03/2016
Cronache - L’esilarante circostanza resa nota dalla questura

Arrestato pusher "venduto" dai clienti

Le manette sono scattate per lo spacciatore "ritardatario" Biagio Meli Foto Corrierediragusa.it

Stufi marci del continuo ritardo con cui il pusher li riforniva di droga nonostante il denaro lo incassasse fin troppo puntualmente, gli assuntori segnalano la singolare circostanza alla polizia, che ammanetta quindi lo spacciatore «ritardatario». L’esilarante circostanza la si apprende dal comunicato della stessa questura, che non spiega però le conseguenze patite dai «denuncianti», dal momento che, nella migliore delle ipotesi, si saranno beccati una segnalazione agli uffici competenti per uso di sostanze stupefacenti, come accaduto per il giovane sorpreso in flagranza dopo aver acquistato la droga dal pusher. Quest’ultimo, ovvero il comisano 19enne Biagio Meli, è stato rinchiuso nel carcere di Ragusa. Ancora ci mancava la storia degli acquirenti di droga che denunciano il loro fornitore perché in ritardo con le consegne. Ma tant’è. Meli e l’assuntore, dopo gli appostamenti di rito, come accennato sono stati bloccati con addosso la marijuana. Altri 40 grammi di «erba» sono stati trovati nel garage del pusher «venduto» dai clienti insoddisfatti, unitamente ad un bilancino di precisione, al materiale per il confezionamento (foto) ed al contante ritenuto provento dell’attività di spaccio. I pusher sono dunque avvisati: siate puntuali nelle consegne ai clienti se non volete incorrere in brutte sorprese.