Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 1107
COMISO - 21/03/2016
Cronache - Manette per il 46enne Gheorghe Dogariu

Rumeno arrestato per tentato omicidio

I poliziotti che hanno arrestato l’uomo hanno dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso Foto Corrierediragusa.it

Danneggia auto in sosta mentre si trovava al volante della sua Alfa 146 piuttosto ubriaco e, dopo essersi allontanato, ritorna a folle velocità per mettere sotto il capannello di persone radunatosi dopo lo schianto. Un atteggiamento decisamente sopra le righe quello del rumeno 46enne Gheorghe Dogariu (foto), che gli sono valse le manette per tentato omicidio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo, vecchia conoscenza delle forze dell’ordine e in regime di affidamento ai servizi sociali, si trova adesso ai domiciliari. Tutto è successo nella serata di domenica tra le vie Duca D’Aosta e Giovanni XXIII, dove il rumeno alticcio aveva tamponato la macchina di una residente. Un ragazzo vicino di casa e il padre di quest’ultimo, udito il botto, si erano precipitati in strada e, capendo ciò che era accaduto, avevano esortato il rumeno a fornire le proprie generalità ai fini dell’assicurazione, per rifondere il danno cagionato all’auto. Ma questi, per tutta risposta, è di nuovo salito in macchina, lasciando sul posto la connazionale che lo accompagnava. Mentre i presenti chiamavano la polizia, il rumeno, come accennato, è tornato alla carica pigiando sull’acceleratore verso le persone che si sono prontamente scansate per non essere investite. Nel frattempo sono arrivati gli agenti che hanno bloccato senza non poche difficoltà il rumeno che mulinava calci e pugni assieme alla sua compagna. Alla fine la situazione è tornata sotto controllo mentre i poliziotti hanno dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso. Il rumeno è stato dunque arrestato e sottoposto ai domiciliari mentre la sua auto, priva di copertura assicurativa, è stata sequestrata.


La repubblica delle banane!
21/03/2016 | 23.12.43
Domenico

Ma in questo c*****o di Paese in galera non ci mai nessuno, se uno cerca d´investire diverse persone va ai domiciliari, mah!


vergogna!
21/03/2016 | 20.16.33
gianni

in Romania sarebbe già in carcere e ci rimarrebbe chissà per quanti anni... qui, dopo addirittura un tentato omicidio, è ai domiciliari!