Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:32 - Lettori online 1198
COMISO - 11/03/2016
Cronache - Il termine offensivo inciso sulla portiera con un oggetto appuntito

Riga la macchina di un gay con la scritta "Puppo"

Per il giovane è scattata la denuncia della polizia Foto Corrierediragusa.it

«Puppo», ovvero tipico termine dispregiativo tutto siciliano per indicare un omosessuale. La «parolaccia» è stata impressa da un 19enne di origini veneziane ma da tempo residente a Comiso con un oggetto ben appuntito sulla fiancata dell’auto (foto) di un gay. Un gesto deprecabile compiuto dal ragazzino a mo’ di vendetta per il mancato pagamento del canone di locazione della casa da parte dell’omosessuale e del suo compagno, casa che era di proprietà della mamma del vandalo. Madre e figlio si erano difatti pochi giorni prima recati dagli inquilini per intimare loro di pagare l’affitto oppure di lasciare immediatamente la casa. Qualche giorno dopo si è verificato il gesto vandalico, peraltro sotto gli occhi di un paio di testimoni di cui il ragazzo non si era accorto mentre stava compiendo la sua bravata, emersa nell’ambito delle indagini svolte dalla polizia. Ora il 19enne è stato dunque denunciato per omofobia, ingiurie e danneggiamento.