Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 895
COMISO - 14/01/2016
Cronache - Manette per il 50enne Fabrizio D’Onofrio

Rapina un panificio di 165 euro: preso

La refurtiva è stata riconsegnata ai titolari dell’attività commerciale Foto Corrierediragusa.it

Un rapinatore è entrato in un panificio di Pedalino come un fosse un normale cliente ma, fingendo di tenere una pistola nella tasca del giubbotto, si era fatto consegnare dalla titolare 165 euro per poi darsi alla fuga. La donna ha così gridato, mettendo sul chi vive il marito che lavorava nel laboratorio e un cliente che era appena entrato incrociando il rapinatore. Tutti si sono messi all’inseguimento ma l’uomo era già salito su una Alfa 147 scusa, dileguandosi. Immediata la chiamata al 113 con una pattuglia del commissariato di Comiso che ha intercettato la vettura proprio lungo la strada di collegamento tra il paese casmeneo e la frazione dove era stata effettuata la rapina. Bloccato dopo un breve inseguimento nell’auto, nascosti sotto il tappetino lato guida (foto), sono stati trovati i soldi sottratti poco prima al panificio, ma niente armi. Per Fabrizio D’Onofrio, 50 anni, originario di Firenze ma da anni residente a Comiso e già noto per vari reati, è stato dunque arrestato mentre la refurtiva è stata riconsegnata alla vittima del furto.