Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 884
COMISO - 21/10/2015
Cronache - Indagini dei carabinieri dopo la denuncia della vittima

Tentano di estorcere denaro ad un loro ex socio

Le indagini tempestive hanno consentito di impedire il reato prima che si concretizzasse Foto Corrierediragusa.it

Una società nel campo della compravendita di auto nuove ed usate finita male sfocia in ritorsioni e minacce che hanno fatto scattare le manette ai polsi di un incensurato 32enne vittoriese, Gaetano Ventura, imprenditore. A quest’ultimo sono stati concessi gli arresti domiciliari. Obbligo di dimora a Comiso invece per A.G.T., un pregiudicato 44enne palermitano e anch’egli commerciante di autoveicoli. Entrambi devono rispondere di tentata estorsione in concorso. Le indagini dei carabinieri sono partite dalla denuncia di un ex imprenditore vittima di una richiesta estorsiva. Quest’ultimo, dopo lo scioglimento della società titolare di un autosalone di Comiso, si era trasferito a Malta, dove era stato contattato da Ventura, che chiedeva 8 mila euro a titolo di indennizzo per i debiti pregressi con gli ex fornitori.

Al suo rientro a Ragusa l’ex imprenditore è stato poi ulteriormente minacciato ed informato che la somma di cui sarebbe stato debitore era nel frattempo lievitata a 30 mila euro. Da qui la decisione dell’uomo di denunciare i fatti ai carabinieri che hanno agito in maniera tempestiva, evitando conseguenze peggiori per la vittima.