Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:21 - Lettori online 1318
COMISO - 07/08/2015
Cronache - Della serie: "Le bugie hanno le gambe corte" (come il braccino del cliente)...

Ferito dalla prostituta un 44enne simula una rapina!

Il 44enne è stato denunciato per simulazione di reato e false attestazioni a pubblico ufficiale Foto Corrierediragusa.it

Dopo un rapporto sessuale con una prostituta, il cliente litiga sull’entità della somma da pagare, scatenando le ire della donna che lo ferisce alla nuca con un coltello da cucina e lo butta fuori sanguinante da casa sua a Comiso. L’uomo, un 44enne di Acate, G.G. le iniziali, racconta invece alla polizia d’essere stato rapinato, per nascondere l’imbarazzante realtà dei fatti. I poliziotti però non ci hanno messo molto a subodorare le frottole, e, dopo avere accertato i fatti, hanno denunciato il 44enne per simulazione di reato e false attestazioni a pubblico ufficiale. Le indagini degli agenti del commissariato di Comiso, coordinate dal dirigente Emanuele Giunta, proseguono per addivenire all’identità della prostituta manesca. Quest’ultima, dopo aver ricevuto l’uomo nel suo appartamento ed essersi accordata sul costo della prestazione sessuale, 40 – 50 euro, ha preteso il contante, ricevendo però solo i mugugni del cliente dal braccino corto. La donna l’ha così preso a sberle, ferendolo alla nuca col coltello e cacciandolo di casa. Decisamente diversa, come accennato, la versione fornita dall’uomo agli agenti.

Il 44enne sosteneva difatti di essere stato rapinato da due giovinastri in sella ad una moto enduro rossa in via Umberto. Ma la scena del crimine e alcune contraddizioni nel racconto dell’uomo hanno messo sul chi vive i poliziotti, che, alla fine, lo hanno fatto crollare.