Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1142
COMISO - 13/01/2015
Cronache - Inutile l’arrivo dell’elisoccorso per il trasporto d’urgenza a Catania

L´ultimo saluto al 17enne Giovanni Distefano

E’ successo in uno stabilimento della zona artigianale di proprietà del padre della vittima. L’area è stata transennata e posta sotto sequestro
Foto CorrierediRagusa.it

Sono stati celebrati nella chiesa dell’Annunziata a Comiso i funerali di Giovanni Distefano (foto), l´operaio di 17 anni (avrebbe compiuto la maggiore età a settembre) caduto dal tetto di un capannone da un’altezza di oltre otto metri, morendo sul colpo dopo aver sfondato alcune lastre di eternit. Tutto è accaduto martedì pomeriggio, intorno alle 17, sotto gli occhi dell´impotente padre, che era sul tetto assieme al ragazzo. E’ la terribile tragedia che ha colpito il 17enne, residente a Comiso e dipendente della stessa azienda gestita dal padre Salvatore, dove si è verificato il fatale incidente sul lavoro, nella zona artigianale della cittadina casmenea. Il ragazzo era salito sul tetto assieme al padre per ripararlo e controllare i pannelli fotovoltaici, ma, come accennato, è scivolato precipitando nel vuoto e battendo con violenza la schiena e la testa al suolo da un´altezza di otto metri. Il 17enne è morto poco prima dell’arrivo sul posto dell’elicottero che avrebbe dovuto trasferirlo d’urgenza in ospedale a Catania. Incredulità e dolore tra i parenti, gli amici e i colleghi dello sfortunato ragazzo, dopo l´allarme lanciato dallo sconvolto padre. Purtroppo non c’è stato nulla da fare.

Indagini in corso per accertare il rispetto delle norme sulla sicurezza sul lavoro nello stabilimento specializzato nel settore della produzione di manufatti in cemento e perforazioni. L´area è stata transennata e posta sotto sequestro. Sono intervenuti vigili del fuoco, carabinieri e polizia locale.