Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 571
COMISO - 12/01/2015
Cronache - I funzionari dell’Asp 7 hanno chiuso la mensa a scopo precauzionale

Uomo e donna morti in una casa di accoglienza a Pedalino, una terza persona ricoverata in ospedale a Vittoria. Forse una intossicazione alimentare?

Nelle prossime ore si potrà capire di più su questa tragedia Foto Corrierediragusa.it

Ci potrebbe essere una possibile intossicazione alimentare letale alla base dei due decessi verificatisi quasi in contemporanea ieri in una casa di accoglienza di Pedalino gestita da una cooperativa. Sono morti un uomo di 46 anni ragusano e una donna, mentre una terza persona ospite della struttura si trova ricoverata al "Guzzardi" di Vittoria, ma non è in pericolo di vita. Dopo il primo decesso, avvenuto in mattinata, si era ipotizzato un malore. Poco dopo però si è verificato il secondo decesso e pertanto è scattato l’allarme. I funzionari dell’Asp 7 hanno quindi chiuso a scopo precauzionale la mensa della casa di accoglienza ed esaminato il cibo per accertare un possibile nesso tra i due decessi e le condizioni cliniche del terzo soggetto ricoverato in ospedale. Come accennato, l´ipotesi più accreditata al momento parrebbe essere quella dell´intossicazione alimentare forse causata da cibo avariato.

Pare che il 46enne, originario di Ragusa e molto noto a Pedalino, sia deceduto per arresto cardiaco. Anche il cuore della donna ha cessato di battere nel pomeriggio dopo un malore fatale durante la corsa in ospedale a bordo dell´ambulanza del 118. Pare che la donna sia morta a causa di una pancreatite. Al "Guzzardi", come accennato, è ricoverato pure un terzo ospite della struttura, forse a causa di una colecistite. I responsabili assicurano che le condizioni igienico sanitarie della casa di accoglienza sono ottimali, ma saranno gli esiti dei controlli del personale specializzato dell´Asp 7 a sgomberare il campo da ogni dubbio e nelle prossime ore si potrà capire di più su questa tragedia.