Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:41 - Lettori online 927
COMISO - 09/10/2014
Cronache - Erano in possesso di un’arma fedele riproduzione di quella usata dalle forze dell’ordine

Da pistola giocattolo ad arma letale: arrestati 3 giovani

A due di loro sono stati concessi i domiciliari, l’altro è finito i carcere Foto Corrierediragusa.it

Erano in possesso di un’arma clandestina e pertanto sono stati arrestati dalla polizia di Comiso. Le manette sono scattate per Pietro Ingrao, Nunzio Emanuele Incardona e Miarian Lucian Codreanu, di 18, 19 e 21 anni. Alla vista dei poliziotti in piazza Maiorana, il terzetto si era liberato di una pistola di metallo di colore acciaio K Mod. 92 Auto Cal. 8mm, esatta riproduzione delle armi in dotazione alle forze di Polizia. La mossa non era sfuggita ai poliziotti che hanno recuperato l’arma tra i rifiuti dove i giovani l’avevano gettata. Immediatamente gli operatori ponevano in sicurezza l’arma considerato che la stessa presentava le caratteristiche di arma da fuoco priva del tappo rosso e delle protezioni previste a norma di legge, e quindi era considerata arma efficiente e pericolosa a tutti gli effetti.

Successivi accertamenti effettuati presso un armiere, hanno infatti evidenziato che l’arma, sebbene fosse nata come arma giocattolo, con le opportune modifiche, era stata resa offensiva alla stessa stregua di una arma convenzionale. I tre ragazzi sono stati pertanto dichiarati in stato di arresto e posti a diposizione dell’autorità giudiziaria. Codreanu, attesa la presenza di alcuni precedenti a suo carico e la sua dichiarazione di essere senza fissa dimora, è stato condotto in carcere a Ragusa, mentre gli altri due sono stati posti agli arresti domiciliari nelle loro abitazioni.