Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1072
COMISO - 14/09/2014
Cronache - I profughi sono scappati approfittando della blanda sorveglianza

Oltre 300 migranti sono fuggiti dalla masseria di contrada Cifali a Comiso

Pare che la Prefettura, vista la situazione di emergenza, stia per emettere una ordinanza che vieti sbarchi a Pozzallo almeno fino a mercoledì Foto Corrierediragusa.it

Oltre 300 migranti sono fuggiti nella notte tra sabato e domenica dalla masseria di contrada Cifali a Comiso adibita a centro di accoglienza temporanea. I profughi erano stati alloggiati nella struttura allestita alla bisogna a fronte della chiusura del centro di prima accoglienza del porto di Pozzallo in attesa del rinnovo della convenzione tra il comune marinaro e la Prefettura. I migranti sono scappati approfittando della blanda sorveglianza della masseria dovuta all’organico ridotto delle forze dell’ordine. Nonostante l’allarme lanciato subito dopo la fuga, i 300 clandestini sono riusciti ad allontanarsi, facendo perdere le tracce dopo essersi divisi in piccoli gruppi ora sparsi per tutto il territorio ibleo e non solo. Le ricerche da parte delle forze dell’ordine sono in corso, anche perchè la maggior parte dei fuggitivi non era stata ancora identificata nelle normali operazioni di fotosegnalamento. Intanto è stata rafforzata la sorveglianza nella masseria dove restano ospitati circa 70 migranti che non si erano uniti ai fuggitivi.

Pare che la Prefettura, vista la situazione di emergenza, stia per emettere una ordinanza che vieti sbarchi a Pozzallo almeno fino a mercoledì. Intanto oggi, sempre nella cittadina marinara, i funerali delle ultime vittime dei viaggi della speranza.


R.D.B.
15/09/2014 | 21.33.01
Gianni

Benvenuti nella Repubblica Delle Banane, ove tutto è concesso e nulla è condannato. Benvenuti, speriamo vi troviate bene e che non portate qualche malattia pericolosa...