Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:00 - Lettori online 1519
COMISO - 22/05/2014
Cronache - Scoperti un ragusano e un vittoriese entrambi già noti per reati specifici

Ladri di pilozze antiche denunciati dalla Polizia

Era stata la vittima del furto a denunciare i fatti Foto Corrierediragusa.it

Due ladri sono stati individuati e denunciati dalla Polizia del commissariato di Comiso diretti dal vice questore aggiunto Emanuele Giunta per aver rubato manufatti antichi e di valore in una casa rurale di contrada Margitello, nelle campagne comisane. Le denunce sono scattate per G.C., 38 anni, ragusano, e M.C., di 27, vittoriese, entrambi già noti per reati specifici. Quest’ultimo è stato anche denunciato per ingiurie e minacce ai danni della vittima del furto, che, dopo la denuncia alla Polizia, aveva ricevuto una telefonata minatoria carica di insulti. I ladri, mentre la casa era incustodita, si erano portati via due pilozze in pietra di Comiso e alcuni colli di pozzo antico di pietra, oltre ai cosiddetti «scifi» e ad una bacheca evotiva stile antica in pietra scolpita con inciso la data 1836.

Nell’ambito delle indagini gli agenti sono risaliti ad un furgone «Ford Transit» bianco notato in zona da alcuni testimoni e quindi ai ladri, che lo avevano abbandonato. I poliziotti hanno quindi sorpreso i ladri mentre stavano tentando un nuovo furto, e, dopo un breve inseguimento in auto prima e a piedi poi, li hanno presi.