Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 435
COMISO - 15/04/2014
Cronache - Danno i loro frutti i controlli degli agenti del commissariato casmeneo

Mezzo quintale di rame recuperato dalla Polizia

Salgono a circa mille i chili di rame rinvenuto dalla Polizia di Stato solamente nell’ultima settimana Foto Corrierediragusa.it

Continuano senza sosta le attività di controllo da parte della Polizia del commissariato di Comiso diretto dal vice questore aggiunto Emanuele Giunta nelle ore notturne e nelle zone periferiche della città al fine di scongiurare furti di cavi elettrici dell’Enel che tanto disagio creano alla cittadinanza lasciando intere zone per lunghi periodi prive di energia elettrica. La notte scorsa gli agenti notavano in contrada Coffa una «Citroen Xsara» con uno sportello aperto. I poliziotti si avvicinavano all’auto per procedere al controllo ma non vi trovavano nessuno all’interno. Controllato il mezzo, però, nel portabagagli gli agenti di Polizia notavano accatastate diverse matasse di rame nudo dello stesso tipo di quello che viene usato per le campate della media tensione dell’Enel. Immediatamente i Poliziotti perlustravano la zona al fine di verificare la presenza di persone nascoste, ma le operazioni erano ostacolate dall’oscurità della notte. L’autovettura, intestata ad una donna rumena, veniva sequestrata in quanto all’interno vi era materiale di sospetta provenienza furtiva. Il rame rinvenuto e poi pesato risultava essere 490 chili raccolto in ben 17 matasse.

Immediate le verifiche effettuate nel corso della mattina con l’ente di distribuzione dell’energia elettrica al fine di verificare la proprietà di quei cavi ed individuare il luogo dove è stato commesso il furto che è risultato essere nella zona di collegamento tra Ragusa e Marina di Ragusa nei pressi di alcuni noti ristoranti e dove insistono anche aziende agricole e zootecniche.
Immediatamente il rame rinvenuto, nel frattempo riconosciuto dagli operai Enel, è stato consegnato al gestore per il ripristino nelle zone ove è stato rubato.
Salgono a circa mille i chili di rame rinvenuto dalla Polizia di Stato solamente nell’ultima settimana e che è stato in ogni occasione restituito a personale dell’Enel per provvedere alla immediata riattivazione del servizio nelle zone colpite.