Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 1101
COMISO - 12/03/2014
Cronache - Sono scattate le denunce della Polizia

Pensionato truffato da 2 fratelli gemelli

Raggiro ai danni di un 83enne di Comiso, solo e semianalfabeta, ma con due conti correnti ben forniti Foto Corrierediragusa.it

A distanza di ben 13 anni dall’entrata in vigore dell’euro c’è ancora chi non se ne rende conto, confondendosi sul reale valore del denaro e diventando facile preda di truffatori senza scrupoli. E’ il caso di un pensionato 83enne di Comiso, solo e semianalfabeta, ma con due conti correnti ben forniti che hanno fatto gola a due truffatori, fratelli gemelli. Spacciandosi per fantomatici funzionari, i malviventi hanno raggirato per anni l’anziano, facendosi consegnare dalle 500 alle mille euro al mese, per complessivi 30mila euro prelevati dalla vittima nel tempo dai suoi due conti corrente, che gestiva nonostante disconoscesse la differenza tra la vecchia lira e la moneta europea. Un dettaglio non da poco che aveva reso il pensionato una gallina dalle uova d’oro per i due fratelli gemelli truffatori, uno dei quali si era fatto delegare per il ritiro della pensione. Da questa circostanza il figlio dell’83enne ha subodorato la truffa, rivolgendosi alla polizia, che ha seguito i movimenti dell’anziano il quale ieri mattina ha prelevato 500 euro in banca, tornandosene poi a casa, dov’è stato raggiunto da uno dei due truffatori.

Questi, quando la polizia ha bussato alla porta, si è spacciato per un parente del pensionato, che lo ha subito smentito in maniera seccata, dichiarando di conoscerlo come un funzionario incaricato del disbrigo di una pratica per una somma aggiuntiva alla pensione, per la quale aveva apposto la firma senza rendersi conto di aver invece proceduto ad una delega. I due fratelli gemelli sono dunque stati denunciati per truffa.