Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 723
COMISO - 14/08/2013
Cronache - Ennesimo caso di violenza contro le donne

Lei lo lascia, lui la minaccia di morte: arrestato stalker

La vittima è una tunisina di 26 anni, l’ex compagno il vittoriese Giuseppe Fiorilla di 38 anni
Foto CorrierediRagusa.it

Non accetta la fine della relazione e perseguita la donna con la quale ha condiviso 8 mesi di vita in comune. Per il reato di stalking è stato arrestato il vittoriese Giuseppe Fiorilla (foto), 38 anni, fermato mentre tentava, dopo avere danneggiato il cancello d’ingresso, di entrare nell’abitazione della donna, una tunisina di 26 anni residente a Comiso.

E’ stata la stessa vittima a chiamare il 113 di Comiso, preoccupata dalle serie minacce dell’uomo, che non si rassegnava a cessare la relazioni iniziata nel giugno del 2012 e finita nel mese di febbraio scorso. L’uomo tentava di entrare nell’appartamento dietro minacce di morte.

I poliziotti hanno rintracciato Fiorilla proprio mentre tentava di entrare nella casa della donna, dopo aver danneggiato il cancello di ingresso dell’abitazione e la persiana. L’uomo, già destinatario di misura cautelare di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima, e all’abitazione, e diffidato a mantenere una distanza con la medesima ed i luoghi dalla stessa frequentati di almeno 200 metri, nonché con l’obbligo di non comunicare con la donna con nessun mezzo, in considerazione di pregresse denunce avanzate dalla stessa nel mese di febbraio, era stato denunciato in stato di libertà dalla polizia di Comiso il 10 agosto scorso, con contestuale richiesta di emissione di misura di custodia cautelare in carcere, in considerazione di analoghi e reiterati comportamenti persecutori posti in essere ai danni della ventiseienne tunisina.

Al momento Fiorilla, su disposizione del pm di turno, rimane ristretto in regime di arresti domiciliari presso la propria abitazione di Vittoria, in attesa della convalida dell’arresto e del rito direttissimo.