Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 601
COMISO - 07/03/2013
Cronache - La polizia di Comiso denuncia presunto ladro e ricettatore

Oggetti di valore in macchina, denunciato vittoriese

Gli agenti hanno fermato l’uomo dopo che questi aveva un colloquio con un noto ricettatore comisano. Nella macchina sequestrata, un abbeveratoio in pietra di Comiso antico e oggetti d’antiquariato in ferro
Foto CorrierediRagusa.it

Nel tentativo di prevenire furti e rapine, la Polizia di Comiso scopre oggetti di valore trafugati da abitazioni rurali. A Comiso, in una zona periferica della città, poliziotti in borghese seguono a distanza strani movimenti. Una Fiat Punto di colore grigio con a bordo un noto pregiudicato vittoriese dedito a furti nelle abitazioni rurali reca verso il centro della città.

E’ un uomo di 43 anni, subito riconosciuto dai poliziotti per i suoi precedenti penali per furto e ricettazione di oggetti di valore. A un certo punto l’uomo scende dalla vettura e va a parlare con un noto ricettatore. Pochi minuti di dialogo e i due si dividono.

Gli agenti del Commissariato bloccano il soggetto e decidono di perquisirlo. Dentro la vettura, oltre ad arnesi atti allo scasso, ci sono oggetti di valore, tra cui un abbeveratoio antico in pietra di Comiso e vari oggetti di antiquariato in ferro (foto) notoriamente usati in passato nelle stalle e abitazioni di campagna.

L’uomo non sa fornire spiegazioni circa la provenienza degli oggetti e afferma di averli trovati buttati nella spazzatura. La perquisizione domiciliare non dà risultati positivi. Viene fuori che la macchina utilizzata per trasportare gli oggetti era stata sequestrata perché priva di assicurazione.

Il vittoriese è stato denunciato per ricettazione e, poiché già condannato per reati contro il patrimonio, anche per possesso di strumenti atti allo scasso.