Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 559
COMISO - 07/09/2012
Cronache - Il primo cittadino del centro casmeneo indagato assieme al consigliere comunale Saraceno

Protesta Forconi, fra gli indagati anche sindaco Alfano:"Sono meravigliato"

Gli indagati avranno 20 giorni di tempo per presentare memorie difensive a loro difesa Foto Corrierediragusa.it

Tra i 45 indagati per la protesta organizzata qualche mese fa dai Forconi a Comiso figurano nomi importanti. Nel registro degli indagati dell’inchiesta avviata dalla procura di Ragusa figurano difatti, tra gli altri, i nomi del sindaco di Comiso Peppe Alfano (foto) e del consigliere comunale del centro casmeneo Matteo Saraceno.

Da noi interpellato sulla vicenda, Alfano si è detto meravigliato: «Ritengo quantomeno bizzarro – dice al telefono il sindaco di Comiso – che tra gli esponenti politici ed istituzionali presenti assieme a me alla manifestazione dei Forconi gli unici nomi a saltare fuori dal registro degli indagati siano stati solo il mio e quello del consigliere comunale della mia città. Eppure - prosegue Alfano – eravamo in tanti, tra personaggi pubblici e non. Staremo a vedere e cercherò di capire meglio la circostanza fermo restando – conclude Alfano – la mia fiducia nella magistratura».

Le indagini preliminari appena concluse con l’iscrizione di 45 persone nel registro degli indagati verte, come accennato, sulla protesta dei Forconi dello scorso gennaio, quando numerosi cittadini scesero in piazza per manifestare contro la crisi finanziaria, il prezzo salato dei carburanti e per chiedere aiuto ai governi regionale e nazionale. I reati contestati vanno a vario titolo dall´omessa comunicazione alla Questura dei presidi effettuati in via Checov e in via Piave, all´ostentazione di un atteggiamento intollerante e protervo, passando dal blocco del traffico alle intimidazioni agli automobilisti in transito e all´appropriazione della pubblica via. Gli indagati avranno 20 giorni di tempo per presentare memorie difensive a loro difesa.

FORCONI SOLIDALI CON ALFANO E SARACENO
Il Movimento deI Forconi con in testa il leader Mariano Ferro, il coordinatore provinciale di Ragusa Aldo Bertolone, tutti gli iscritti ed i simpatizzanti esprimono solidarietà al sindaco di Comiso, Peppe Alfano, al consigliere comunale Matteo Saraceno e alle altre persone iscritte nel registro degli indagati dalla Procura di Ragusa per aver preso parte alla manifestazione di protesta che si è svolta dal 16 al 20 gennaio scorso, in particolare nei presidi di via Checov e via Piave.

«Confidiamo nella magistratura – dichiara Aldo Bertolone coordinatore provinciale - siamo certi che si riuscirà a fare chiarezza su tutta la vicenda. Il movimento si sente in dovere esprimere solidarietà al sindaco Alfano ed al consigliere comunale Saraceno e di ringraziarli per il contributo reso in occasione della protesta, il loro intervento è stato finalizzato al mantenimento dell’ordine. Siamo pronti a farci denunciare in massa qualora dovessimo riscontrare un accanimento nei confronti di esponenti politici che hanno condiviso la protesta ed il malessere della gente».