Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1232
COMISO - 25/06/2012
Cronache - Inaudita violenza fra «amici» in una casa di Comiso dopo il pranzo domenicale

Grigliata di carpe e bastonate fra due coppie romene

Romeno ubriaco sta quasi per staccare i testicoli con le mani a connazionale. Due feriti e un arrestato per tentato omicidio
Foto CorrierediRagusa.it

La domenica bestiale di due coppie romene. Vanno a pesca di carpe, ne prendono molte e decidono di fare la grigliata insieme. Il resto lo fa l’alcol e la malvagità umana che supera tutti i confini della realtà criminale. Dopo l’abbuffata di pesci, la scarica di botte che ha cambiato i connotati a una giovane coppia romena, V.C. lui, A.A. lei, vittime della furia devastante di Gheorghe Dogariu (foto), un romeno di 42 anni, che da solo, accecato dai fumi dell’alcol che aveva bevuto durante il lauto pranzo a base di carpe pescate alla foce dell’Irminio, ha picchiato selvaggiamente e minacciato di morte i due coniugi connazionali e compagni di pesca e di comitiva.

Dogariu è stato arrestato dalla Polizia di Comiso per tentato omicidio e violenza a pubblico ufficiale, perché dopo avere rotto ossa e mandibola a bastonate al suo connazionale, tentando anche di staccargli i testicoli con le mani per impedirli la fuga mentre tentava di scavalcare il cancello, non ha esitato a scagliarsi contro gli agenti che gli si erano presentati a casa.

Se non fosse perché ci sono due vittime, un uomo e una donna finiti in ospedale, 45 giorni di prognosi lui per fratture al volto, frattura e lussazione della mandibola e del seno mascellare e dell’osso frontale sopra orbitale, e per la frattura del setto nasale lei, il movente che ha scatenato l’inaudita violenza è in qualche modo tragicomico.

Secondo la ricostruzione dei fatti, V.C e Gheroghe Dogariu amici e connazionali si recano di buon mattina a pescare carpe al fiume Irminio. Anche se forse c’è il divieto di pesca! Prendono tante di quelle carpe che decidono di fare una bella grigliata a casa di Dogariu e della sua compagna. Mangiano a sazietà e bevono senza limiti. Il padrone di casa non regge l’alcol e si ubriaca subito, tanto di rinunciare ad accompagnare gli ospiti nella loro abitazione.

V.A. e la compagna tentano allora di andare a piedi portando un sacchetto di pesce gentilmente offerto dal padrone di casa. Ma il cancello dell’abitazione è chiuso con un grosso lucchetto. Tornati indietro per chiedere spiegazioni a Dogariu, ricevevano insulti e minacce, perché oltre al pesce ricevuto in regalato, gli ospiti sono accusati di avere rubato altre carpe pescate nella mattinata. Appena le due vittime hanno tentato la fuga, Dogariu s’è trasformato in una belva umana picchiando selvaggiamente con un bastone quelli che prima erano ospiti a pranzo, e minacciandoli di morte con un coltello puntato alla gola. Per pura fortuna V.C. è riuscito a scavalcare da solo il cancello e a dare l’allarme alla Polizia. In serata gli agenti hanno arrestato il romeno e rintracciato la compagna della vittima a casa, dove era stata portata con la minaccia di non dire nulla dell’accaduto alla Polizia.


Le tasse
26/06/2012 | 11.55.08
elianto

Adesso però vorrei capire una cosa: perché io dovrei pagare le tasse (molte, peraltro) per mantenere in carcere individui come questi? Se lo vadano a fare a casa loro il carcere, non prima però di aver rimborsato lo Stato italiano per i soldi che ha speso per curare le sue vittime.