Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 852
COMISO - 11/09/2011
Cronache - Resta bloccato al cimitero e viene liberato dopo qualche ora

Non sente la sirena, anziano chiuso al cimitero

Le chiavi ce l’hanno tutti, ma nessuno è disponibile. L’assessore Amenta: «Probabilmente dopo la fine dell’orario di servizio, il custode non era reperibile»
Foto CorrierediRagusa.it

È accaduto l’altro ieri nel tardo pomeriggio ad un anziano signore oriundo di Comiso, ma trapiantato da anni al nord. L’uomo pare non abbia sentito le sirene di avviso di chiusura che, di norma, si sentono in tutta la zona circostante al luogo di culto. Comunque sia, è scattato il giro di telefonate.

La polizia ha chiamato la squadra di pronto intervento dei servizi tecnici, che non aveva la chiave. Il responsabile della squadra ha chiamato i vigili urbani i quali, pur in possesso delle chiavi, non sono potuti intervenire perché impegnati in un incidente nel centro abitato. Alla fine, il responsabile della squadra di pronto intervento dei servizi tecnici comunali ha finalmente liberato l’anziano abbarbicato alle sbarre del cancello che si intratteneva con i carabinieri, anch’essi avvisati ed intervenuti.

Sebbene la storia susciti qualche sorriso, resta la domanda più semplice: non si faceva prima a chiamare uno dei due custodi del cimitero? L’assessore alla polizia municipale, Nanè Amenta (nella foto) ha commentato: «Probabilmente dopo la fine dell’orario di servizio, il custode di turno non è stato reperibile e non è obbligato ad esserlo perché la polizia municipale è in possesso di tutte le chiavi delle strutture comunali».