Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 997
CHIARAMONTE GULFI - 10/06/2010
Cronache - Chiaramonte Gulfi: la vittima era un minorato psichico di 49 anni

Si faceva consegnare mille euro al mese. Arrestato

Sebastiano Veneziano è stato ammanettato per il reato di circonvenzione d’incapace continuata Foto Corrierediragusa.it

Da circa un anno si faceva consegnare mille euro al mese da un 49enne, approfittando della sua condizione d’inferiorità psichica. Sebastiano Veneziano (nella foto), 50 anni, operaio, originario di Licodia Eubea ma da tempo residente a Ragusa, non solo ha dovuto rinunciare al «vitalizio», ma è pure finito in carcere. Sono stati i carabinieri di Chiaramonte Gulfi a scoprire gli altarini, ammanettando Veneziano per il reato di circonvenzione d’incapace continuata ai danni di un uomo in inferiorità psichica. L’uomo è stato bloccato in flagranza dai militari subito dopo essersi fatto consegnare mille euro dal chiaramontano, parzialmente incapace di intendere e di volere.

Da tempo le mosse di Veneziano erano tenute sotto controllo dai carabinieri, i quali hanno accertato che da circa un anno l’operaio si faceva consegnare puntualmente la somma dal 49enne, avendolo convinto con una banale scusa. Pare che Veneziano avesse convinto la vittima a consegnarli mensilmente il denaro per garantirgli protezione da non meglio specificati pericoli. Sebastiano Veneziano è stato rinchiuso nel carcere di Ragusa.