Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:31 - Lettori online 1288
CHIARAMONTE GULFI - 24/01/2010
Cronache - Chiaramonte Gulfi: padre e figlio rubano in un supermercato

Chiaramonte Gulfi: ladri di merendine colti in flagranza

Dopo gli interrogatori di rito i due malviventi sono stati posti in stato di fermo in attesa del processo

Avevano appena abbassato la saracinesca divelta del supermercato del Centro Commerciale del Villaggio Gulfi, quando si sono visto piombare le forze dell’ordine. Non hanno potuto far finta di niente i due giovani pregiudicati di Vittoria. Salvatore Giacchi, 26 anno e padre di due figli e Claudio Giunta, 24 anni, avevano ancora in mano la refurtiva (un videogioco che distribuisce ai bambini della palline ed una confezione di brioss).

Per prima cosa i due che non hanno nemmeno tentato di fuggire, sono stati portati al Distaccamento dei Vigili Urbani del Villaggio in attesa di essere trasferiti in Caserma a Chiaramonte Gulfi. Per scacciare il tempo i due si auguravano vicendevolmente di capitare nella stessa cella e di recuperare attraverso i congiunti degli abiti «adeguati» alla Casa Circondariale di Ragusa, dove, a loro dire, ci si «presenta» eleganti, visto che quel carcere è per una certa «elite».

Tutti era iniziato qualche ora prima, all’ora di chiusura, quando la vigilessa di servizio al Distaccamento ha ricevuto una telefonata anonima con la quale si segnalava a ridosso del supermarket la presenza sospetta di due persone. Dato subito l’allarme l’agente della Polizia Urbana e i carabinieri si erano prontamente recati in zona e lì hanno visto i due giovani vittoriosi affaccendati nel caricare la scarna refurtiva in cui valore non supera i 200 euro.

Dopo gli interrogatori di rito i due malviventi sono stati posti in stato di fermo in attesa del processo che probabilmente avverrà per direttissima. Da un pò di tempo il Centro Commerciale del Villaggio Gulfi è stato preso di mira da ignori malfattori. Di recente hanno anche tentato di introdursi all’interno della rivendita di tabacchi, praticando un foro del muro perimetrale. Ma l’allarme li ha messi in fuga.