Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:06 - Lettori online 1166
CHIARAMONTE GULFI - 17/04/2009
Cronache - Chiaramonte Gulfi: a distanza di 72 ore dallo smottamento che ha interessato la scarpata sovrastante

Chiaramonte: detriti rimossi da corso Kennedy

Grazie a questi lavori di rimozione di tutto il fronte franoso la «salita» del Simulacro della Madonna di Gulfi, in programma, come sempre, per questa domenica. Foto Corrierediragusa.it

A 72 ore dallo smottamento che ha interessato la scarpata del prolungamento di corso Kennedy, sono stati completati i lavori per una sistemazione, seppur parziale, dell’aera interessata.

Con ordinanza del sindaco Giuseppe Nicastro, l’ufficio tecnico comunale ha avviato i lavori di somma urgenza, proprio per evitare che il movimento franoso ostruisse del tutto l’importante arteria stradale, unica via di fuga di tutta la parte sud del centro abitato.

Un intervento non certo definitivo ma pur sempre idoneo a garantire il regolare transito dei veicoli, in situazione di sicurezza, in attesa che si provveda alla definitiva messa in sicurezza di quella zona.

In questa fase, sotto la diretta sorveglianza dell’ingegnere capo Rosario Tumino, è stata rimossa quella parte della scarpata di materiale argilloso, misto a calcare tenero, che sarebbe certamente franata.

Grazie a questi lavori di rimozione di tutto il fronte franoso la «salita» del Simulacro della Madonna di Gulfi, in programma, come sempre, per questa domenica, si svolgerà regolarmente e ciò avverrà lungo il tradizionale percorso.

Il Dipartimento Regionale della Protezione Civile, dopo il sopralluogo di qualche giorno fa, ha constatato il concreto pericolo di smottamento della scarpata e, di conseguenza, dovrà definire, ci si augura con tempestività, un intervento di messa in sicurezza definitivo.

Il sindaco Nicastro, alla luce delle valutazioni tecniche espresse dall’ingegnere capo, sui lavori eseguiti, ha espresso piena soddisfazione per la tempestività dell’intervento.

«Dopo aver constatato di persona il fronte franoso ed essendomi accertato che una parte consistente della scarpata poteva crollare da un momento all’altro - dice il sindaco - ho deciso di adottare un’ordinanza urgente, proprio per evitare la totale chiusura di questa strada che avrebbe significato, soprattutto in una situazione di emergenza, l’impossibilità di accesso alla parte sud di Chiaramonte Gulfi".