Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 16 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 22:06 - Lettori online 636
CHIARAMONTE GULFI - 15/04/2017
Cronache - Ad agire due soggetti già noti per vari reati e una donna incensurata

Rapina maldestra di 55 euro con 3 arresti

Determinante l’intervento dei carabinieri Foto Corrierediragusa.it

Rapina maldestra dall´esiguo bottino con 3 arresti lampo questa mattina all´ufficio postale di Chiaramonte Gulfi, in corso Umberto. Tre malviventi, di cui uno armato di pistola giocattolo priva del tappo rosso, hanno minacciato i dipendenti per farsi consegnare l´incasso. I tre rapinatori non hanno fatto in tempo a scappare: ad attenderli c´erano difatti i carabinieri. Per fortuna solo tanta apprensione tra impiegati e utenti dell’ufficio postale, ma nessuno si è fatto male.

Le manette sono scattate per un comisano di 27 anni già noto per vari reati, per un 23enne bracciante agricolo vittoriese anche lui gravato da alcuni precedenti, e per una donna incensurata di 25enne residente a Vittoria. Uno dei 2 uomini era entrato nell´ufficio postale con in pugno la pistola giocattolo e col volto nascosto da un passamontagna, oltre ai guanti di lattice per non lasciare impronte digitali, intimando agli impiegati di consegnare il contante.

Le casse però erano ancora bloccate e così il malvivente era riuscito ad arraffare appena 55 euro, per poi fuggire via assieme agli altri 2 complici che facevano da palo. Ma le loro mosse non erano passate inosservate alla pattuglia di militari che si trovava nei pressi. Per tutti e tre sono quindi scattate le manette per il reato di rapina aggravata in concorso. I due uomini sono stati rinchiusi nel carcere di Ragusa mentre la donna incensurata è stata sottoposta ai domiciliari. La pistola giocattolo, i passamontagna e i guanti di lattice sono stati sequestrati (foto).