Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:47 - Lettori online 1086
CHIARAMONTE GULFI - 05/07/2014
Cronache - Orrore nel piccolo centro montano. Condannato in via definitiva a 5 anni

"Orco" abusa di una bimba e del nipotino

La condanna per le due piccole vittime sarà forse a vita Foto Corrierediragusa.it

Avrebbe costretto due minorenni, la figlia di un amico d’infanzia e un nipote, entrambi di 5 anni, a compiere atti sessuali. E’ l’accusa contestata a un bracciante agricolo di 56 anni, incensurato, che è stato arrestato da carabinieri della compagnia di Vittoria per scontare 5 anni di reclusione per violenza sessuale aggravata che gli sono stati inflitti dal Corte d’appello di Catania, in conferma della senza di primo grado emessa dal Tribunale di Ragusa. Secondo l’accusa, nell’ottobre del 2011, l´orco aveva costretto la bambina, afferrandola per il collo, a compiere e subire atti sessuali nel garage di casa della piccola. Era stata la madre della piccola vittima a sporgere denuncia, dopo l´agghiacciante racconto della stessa bambina, che si era detta costretta a fare delle "cose".

L’uomo è stato inoltre ritenuto responsabile di aver compiuto, nel luglio 2009, atti sessuali con il nipote, che all’epoca aveva 5 anni, sulla terrazza di pertinenza dell’abitazione di famiglia. Il bracciante, dopo l’arresto, è stato condotto nella casa circondariale di Ragusa. L´orco se l´è dunque cavata con una condanna a 5 anni. La condanna per le due piccole vittime sarà forse a vita, nel loro percorso di crescita da cui è stata strappata via l´età dell´innocenza.