Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 1204
CHIARAMONTE GULFI - 12/01/2014
Cronache - Pauroso incidente ieri mattina sulla Comiso - Chiaramonte, al villaggio Gulfi

Muore in moto il 45enne Nunzio Lo Magno

Le condizioni dell’uomo sono subito apparse disperate. 40 giorni di prognosi per l’altro centauro
Foto CorrierediRagusa.it

Incidente mortale alle 10.30 di ieri lungo la provinciale Comiso - Chiaramonte Gulfi, all´altezza del Villaggio Gulfi (nella foto la scena). Due moto di grossa cilindrata in forte accelerazione sorpassavano tre vetture, senonché la macchina di testa, una Citroen Saxo con alla guida la donna L.S. si accingeva a svoltare a sinistra per entrare all´interno del Villaggio, inevitabile lo scontro con le due moto che erano ancora in fase di sorpasso. La vittima è Nunzio Lo Magno, 44 anni, di Comiso. La sua moto, una Suzuki 1000, è letteralmente volata in aria, mentre il conducente rimasto ancorato alla moto, una volta arrivato a terra, è stato schiacciato dal peso del pesante mezzo. P.I., 53 anni, è l´altro motociclista, alla guida di un Honda 750, che per evitare la collisione con l´autovettura è andato a schiantarsi contro un albero. Sono intervenuti i Vigili Urbani di Chiaramonte Gulfi e ancora più tempestivi sono stati i soccorsi del 118, grazie al fatto che il sinistro è avvenuto a meno di 500 metri dal Pte. Una volta arrivati sul luogo, i sanitari hanno subito costato la gravità di Nunzio Lo Magno, che era in arresto respiratorio. Per lui è stato subito chiesto l´intervento dell´elisoccorso per trasportarlo all´ospedale Cannizzaro di Catania dove è deceduto nel pomeriggio a causa di diversi traumi al cranio e alla gabbia toracica.

Meno gravi le condizioni dell´altro motociclista, trasportato all´ospedale Civile di Ragusa e ricoverato con una prognosi di 40 giorni. La conducente della Citroen con l´urto ha invece sbattuto la testa contro il parabrezza, riportando solo leggere contusioni e solo per motivi precauzionali è stata trasferita all´ospedale Guzzardi di Vittoria. I rilievi sono stati effettuati dalla Polizia provinciale.

Per tutto il tempo ha operato un solo medico costretto a dividersi tra i due motociclisti, uno steso per terra, l’altro sull’ambulanza. In un frangente del genere ha operato anche un solo soccorritore, che, al momento del trasferimento in elicottero del ferito più grave, si è dovuto addirittura far aiutare dalla gente. Una situazione incredibile, che testimonia appieno lo stato di emergenza in cui versa il 118.