Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:05 - Lettori online 1149
CHIARAMONTE GULFI - 03/01/2014
Cronache - Manette per 2 pregiudicati di Comiso

Furti nelle campagne: 2 arresti dei Carabinieri

Il Gip del tribunale di Ragusa ha convalidato l’arresto e li ha rimessi in libertà Foto Corrierediragusa.it

L’azione di controllo da parte dei Carabinieri della Compagnia di Vittoria contro i reati di furto, nelle aree rurali di Chiaramonte Gulfi, continua senza sosta anche con l’anno nuovo ed ha portando all’arresto di due pregiudicati comisani. Si tratta di Gianluca Vitale, 30 anni, e di Andrea Gambini, di 33 (da dx nella foto). I due dopo essersi introdotti all’interno di un’azienda agricola sita in Contrada Senia di Chiaramonte Gulfi, una volta scardinato un grosso portone scorrevole in ferro, sono stati sorpresi a sezionare con una fiamma ossidrica una cisterna metallica per il trasporto di concime. Inoltre, una parte del concime al momento dell’intervento dei militari era già stato caricato su un fuoristrada, Nissan «Patrol». La loro azione anche se non andata a buon fine, ha procurato al proprietario dell’azienda un danno complessivo di circa 30mila euro.

Subito dopo il fermo, i Carabinieri hanno proceduto alle perquisizioni domiciliari, trovando in casa del Vitale un coltello a serramanico di genere vietato. Il Gip del Tribunale di Ragusa, ha così convalidato l’arresto dei due comisani e ha poi deciso di non procedere al trasferimento in carcere.
Si tratta dei primi due arresti del 2014 da parte dei militari della Compagnia di Vittoria e gli stessi assicurano che l’attività di controllo continuerà per tutto il nuovo anno, per prevenire e reprimere tutte quelle attività delinquenziali che possono turbare la serenità degli abitanti e degli imprenditori agricoli. L’arresto dei due, arriva anche a breve distanza dalle recenti interrogazioni parlamentari circa la recrudescenza dei furti nelle aziende agricole iblee, oggetto anche dell’ordine del giorno dei Comitati Provinciali per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduti dal Prefetto di Ragusa.