Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 1028
CHIARAMONTE GULFI - 14/07/2011
Cronache - Ci è voluto l’impiego di una cinquantina di uomini della Forestale per spegnere le fiamme

Incendio causato da cicca di sigaretta lambisce il bosco di c.da Rossa

Per tutto il pomeriggio in un susseguirsi frenetico di lanci aerei e di ricognizioni a terra
Foto CorrierediRagusa.it

Ci è voluto l’impiego di una cinquantina di uomini della Forestale con diversi mezzi, di dieci squadre dei Vigili del Fuoco, di due idrovolanti Fire Boss, di un elicottero e dei Volontari della Protezione Civile di Chiaramonte Gulfi per controllare e domare un pericoloso incendio che ha lambito il patrimonio boschivo di Contrada Rossa.

Per tutto il pomeriggio in un susseguirsi frenetico di lanci aerei e di ricognizioni a terra, questo imponente apparato antincendio è riuscito a salvare il bosco. Merito anche delle linee parafuoco, realizzate dai lavoratori della Forestale, profonde almeno dieci metri, che hanno tagliato le fiamme.

L’incendio ha avuto origine lungo il ciglio della scorrimento veloce 514, probabilmente per cause accidentali. Non si esclude che qualche cicca di sigaretta sia stata buttata tra le sterpaglie. Nel torrido pomeriggio, le fiamme, sospinte dal vento di scirocco, si sono propagate in alcuni terreni agricoli, mettendo a serio pericolo alcune abitazioni e masserie della zona. Grazie all’immediato intervento di uomini e mezzi dell’antincendio si è riusciti ad evitare il peggio e non si è reso necessario evacuare le abitazioni.

Nell’opera di spegnimento delle fiamme hanno dato il loro contributo anche alcuni agricoltori che, con i trattori, in prossimità delle aziende agricole, hanno realizzato delle linee parafuoco. Sul posto, per diverse ore, i due aerei del servizio regionale della Forestale, con l’ausilio anche di un elicottero, sono intervenuti su più fronti, evitando che l’incendio si propagasse nell’area demaniale. Se ciò fosse successo, sarebbe stato alquanto difficile avere ragione delle fiamme e il bilancio finale sarebbe stato molto più grave.

Sul fronte del fuoco, tutti gli le persone impegnate hanno agito con determinazione malgrado il caldo soffocante. Solo a tarda sera gli uomini del corpo Forestale hanno potuto bonificare tutta la zona interessata percorsa dalle fiamme. Per il territorio di Chiaramonte è il primo importante incendio della stagione che ha interessato circa 20 ettari di superficie agricola.