Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 428
CHIARAMONTE GULFI - 14/06/2011
Cronache - Fermati dalla Polstrada con reti, pesci ed esche a bordo della loro autovettura

Pescatori di frodo all´Irminio con anguille e carpe

Si tratta di tre siracusani che avevano anche utilizzato reti lungo il corso del fiume

Tre denunciati per pesca di frodo dalla Polizia Stradale. Gli agenti hanno fermato un´auto nei pressi di Chiaramonte. Il terzetto. originario di Siracusa, trasportava in una vasca 200 anguille vive, una carpa ed altri pesci di fiume. Nella macchina sono state anche trovate tre reti da pesca e varie esche. La Polstrada ha accertato che i tre siracusani avevano pescato in modo fraudolento con delle reti lungo il corso del fiume Irminio.

Le attrezzature sono state pertanto sequestrate ed il pescato è stato sottoposto al controllo del medico veterinario dell’Asp di Ragusa che, accertato il cattivo stato di detenzione, ha disposto al fine al fine di evitare la morte di tutte le anguille, l’immediata liberazione reimmettendo gli animali nel fiume, grazie al supporto del personale dell’Enpa, del Fipsas – settore operativo vigilanza ittico ambientale e di un veicolo messo a disposizione dalla Provincia. E’ stato altresì accertato grazie ai controlli dell’Enpa e del Fipsas che nel fiume erano state collocate 17 reti, che sono state rimosse e sequestrate.