Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 692
CHIARAMONTE GULFI - 08/03/2011
Cronache - Chiaramonte Gulfi: la lotta alla microcriminalità

Chiaramonte cinturata dalla polizia per i controlli

Su direttive del Questore Filippo Barboso
Foto CorrierediRagusa.it

Durante la settimana appena trascorsa, nel quadro di una più incisiva attività di controllo del territorio, tesa a prevenire le problematiche inerenti la sicurezza pubblica, nonché a far crescere i parametri di sicurezza per una migliore vivibilità dei centri urbani e delle zone periferiche dei comuni della provincia, è stata intensificata l’attività di prevenzione e controllo del territorio da parte della Polizia di Stato, che ha interessato i comuni di Vittoria, Santa Croce Camerina ed in particolare e per diversi giorni il comune di Chiaramonte Gulfi.

In tale contesto, su direttive del Questore Filippo Barboso, sono stati predisposti mirati servizi da parte degli equipaggi straordinari della Squadra Mobile, Sezione Volanti e della Polizia Stradale, che insieme al personale del Nucleo Prevenzione Crimine di Catania, appositamente richiesto al Ministero, hanno realizzato l’apparato operativo con l’impiego di circa 40 pattuglie, che hanno operato congiuntamente ed, in più zone, contemporaneamente.

Tale metodologia operativa, atta a rispondere alle esigenze di sicurezza dei cittadini, è stata attuata in relazione al verificarsi di recenti fatti criminosi, specie nelle contrade rurali, nonché per prevenire comportamenti ed atteggiamenti molesti, liti, risse e schiamazzi causa potenziale di tensioni e di insicurezza per la convivenza civile, anche in quei luoghi ove si registra maggiormente la presenza di giovani e di cittadini extracomunitari.

Nel territorio del comune di Chiaramonte Gulfi è stato predisposto ed attuato un capillare e sinergico controllo soprattutto delle zone periferiche (villaggio Gulfi e Santuario), nelle quali si era riscontrato un certo allarme sociale per il verificarsi di reati contro il patrimonio, rispondendo, così, alle esigenze di sicurezza dei cittadini.

Il dispositivo ha permesso di effettuare, inoltre, un capillare controllo di vari obiettivi, ritenuti sensibili, quali istituti di credito, gioiellerie, supermercati, rivendite di tabacchi ed esercizi commerciali in genere, potenziali oggetto di azioni delittuose, specialmente negli orari di apertura e chiusura considerati critici. Posti di blocco sono stati eseguiti nelle zone periferiche dei comuni interessati, verificando, altresì, la posizione delle persone sottoposte a misure di prevenzione e agli arresti domiciliari, al fine di accertare il corretto rispetto delle prescrizioni loro imposte, eseguendo, altresì, delle perquisizioni personali e domiciliari.

Nel corso della operazione è stata, altresì, disposto l’impiego di personale della Divisone PAS che ha verificato la posizione amministrativa di numerosi esercizi pubblici, anche con specifico riferimento al rispetto delle prescrizioni e delle normative concernenti le licenze di polizia.

Gli equipaggi della Polizia di Stato, avvalendosi anche dell’utilizzo di strumenti tecnologici, hanno posto particolare attenzione nella prevenzione e contrasto dei comportamenti non conformi alle norme del Codice della Strada, con specifico riguardo alla guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanza psicotrope, all’uso delle cinture di sicurezza, all’uso del cellulare durante la guida ecc.; tutte condotte che sono rischiose per la circolazione stradale e pericolose per l’incolumità fisica dei cittadini. Nel corso dei controlli gli Agenti hanno denunciato una persona per guida senza patente in quanto il documento gli era stato precedentemente revocato.

I predetti controlli continueranno in tutta la provincia e saranno ripetuti in Chiaramonte, al fine di perseguire condizioni ottimali di sicurezza delle città e di tutela dei diritti dei cittadini, in una prospettiva che, oltre alla repressione dei fenomeni delinquenziali, si esplichi anche e soprattutto attraverso una attenta e mirata attività di prevenzione.

Qui di seguito si riportano i risultati conseguiti nel corso dei servizi espletati dalla Polizia di Stato:
Persone identificate: nr. 410
Veicoli controllati nr. 272
Persone denunciate A.G. in stato di libertà: nr. 2
Arrestati domiciliari controllati nr. 33
Sorvegliati speciali controllati: nr. 67
Perquisizioni effettuate: nr. 11
Sequestro stupefacenti: nr. 1
Contestazioni per detenzione stupefacenti dpr 309/90: nr. 1

Verbali CDS: nr. 66 (velocità non commisurata in corrispondenza di attraversamento pedonale, assenza di copertura assicurativa obbligatoria, uso di apparecchio radiotelefonico durante la guida, mancata esposizione del contrassegno relativo all’assicurazione obbligatoria, divieto di sosta, circolazione con i proiettori non funzionanti, mancato uso delle cinture di sicurezza, omessa revisione, guida con patente scaduta di validità, mancato possesso di documenti prescritti durante la circolazione, guida senza certificato di idoneità tecnica, mancato possesso di patente guida temporanea, mancata esposizione del contrassegno assicurativo, sosta vietata, mancato uso del casco protettivo durante la guida).
Veicoli sequestrati: nr. 10
Fermi amministrativi: nr. 12
Carte di circolazione ritirate: nr. 9
Persone sottoposte ad Etilometro: nr. 67
Punti decurtati: nr. 63
Locali controllati nr. 7