Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 1035
ACATE - 26/02/2010
Cronache - Acate: debito fuori bilancio di 43mila euro per la mancata assunzione di 2 anni

Approvato risarcimento alla sorella dell´on Incardona

Il comune ha riconosciuto alla congiunta del parlamentare il danno economico per non essere stata assunta due anni prima

E´ di 43mila euro il debito fuori bilancio del comune di Acate che verranno corrisposti, come risarcimento, ad una vittima della mafia (la sorella dell´on Carmelo Incardona) che per due anni non è stata assunta nonostante la legge lo prevedesse.

La vicenda inizia nel 2001 quando la signora fece richiesta all´allora sindaco di Acate, Maria Battaglia, di avere il posto che le spettava in forza della legge sulle vittime di mafia (il padre venne assassinato perché si rifiutava di pagare il pizzo), ma senza esito poiché il comune di Acate motivò il "no" con il fatto che nella pianta organica non c´era alcun posto libero nonostante la legge prevedesse l´assunzione anche come soprannumeraria. Il posto, invece, lo ottenne due anni dopo, pochi mesi dopo l´insediamento dell´attuale sindaco Giovanni Caruso che, inizialmente, la assunse in sovrannumero a carico della Regione, come prevede la legge, e poi la inserì in pianta organica non appena il primo dipendente andò in pensione.

Il risarcimento per i due anni persi fu chiesto tramite un ricorso al Tar che, però, si dichiarò non competente in materia e girò la questione al giudice del lavoro che, a sua volta, per la mancata assunzione nel 2001 stabilì la somma da risarcire alla dipendente. Somma che, in seguito, fu ridotta grazie al ricorso del comune di Acate che, adesso, è stato stabilito in 43mila euro da pagare e che il consiglio comunale ha di recente deliberato come debito fuori bilancio.