Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 961
ACATE - 02/02/2010
Cronache - Acate: la vittima, Carmelo Damanti, ha sporto denuncia dai Carabinieri

Acate: dipendente comunale bastonato da un energumeno

E’ il primo episodio del genere che si verifica nella tranquilla cittadina

La storia ha dell’incredibile e, certamente, è il primo episodio del genere ad Acate: un impiegato comunale è stato bastonato da un cittadino mentre stava spurgando un pozzo nero. La vittima è stata aggredita da un residente della zona che, a quanto pare, non gradiva il cattivo odore emanato dal pozzo durante i lavori di pulizia.

Lavori che il comune esegue da tempo, e a prezzo politico, in tutte le zone della città non servite dalla fognatura. L’uomo, in seguito all’aggressione, avvenuta martedì scorso alle 9 del mattino, è stato portato al Guzzardi di Vittoria in quanto accusava forti dolori al torace. I medici inizialmente gli hanno diagnosticato un trauma toracico con una prognosi di 5 giorni.

Al di là degli esiti clinici, però, resta lo sconcerto per un fatto del genere, difficilmente interpretabile. L’impiegato, infatti, afferma di non aver avuto alcun problema con il suo aggressore e di essere stato colpito alle spalle e all’improvviso.

L’uomo, dopo i primi 5 giorni di prognosi, ha sporto denuncia ai carabinieri. Nel frattempo è ancora nelle mani dei medici per accertare la reale gravità della sua situazione clinica, visto che dopo la prima visita di controllo i medici hanno preferito allungare la prognosi di altri 15 giorni.

La vittima, Carmelo Damanti, ha sporto denuncia dai Carabinieri, asserendo di non sapersi spiegare il motivo di tanta violenza. "Non mi sarei mai e poi mai aspettato - ha dichiarato Damanti - d´essere colpito a tradimento con un remo". L´episodio è stato ovviamente condannato anche dal sindaco Giovanni Caruso.