Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 21 Novembre 2017 - Aggiornato alle 22:45 - Lettori online 772
ACATE - 26/07/2017
Cronache - Il sindaco Raffo se la prende con "I soliti sciacalli"

Incendiati cassonetti a Marina di Acate

Lo stesso primo cittadino ha coordinato le operazioni di spegnimento Foto Corrierediragusa.it

Ignoti piromani hanno incendiato nella notte i cassonetti per la raccolta dei rifiuti a Marina di Acate (foto). Il sindaco Franco Raffo bolla l´accaduto come "Un vile atto, sicuramente intimidatorio, finalizzato a creare ulteriori disagi alla cittadinanza e nel vano tentativo di annullare gli eroici sforzi dell’amministrazione comunale, strenuamente impegnata nel garantire, una normale raccolta dei rifiuti nonostante le molteplici difficoltà, non dipendenti dalla propria volontà. Questa notte i «soliti sciacalli» sono tornati all’attacco, incendiando alcuni dei contenitori utilizzati per la raccolta dei rifiuti, sistemati nella frazione balneare di Marina di Acate. Grazie al nostro tempestivo intervento, che ho coordinato personalmente, siamo riusciti a limitare i danni ed a circoscrivere l’incendio. Un gesto sicuramente dettato dalla disperazione per l’ottimo andamento del servizio di raccolta, nonostante le discariche chiuse o aperte a singhiozzo, situazione, questa, che fino ad ora non ha provocato alcun disagio alla cittadinanza.

Non potendo, quindi, abbattere gli amministratori e la ditta che con ammirevole impegno e grande senso di responsabilità svolge il servizio di raccolta - prosegue Raffo - hanno pensato bene di bruciare i cassonetti per bloccare il servizio. Atti vandalici mirati, che purtroppo nessun «amante della fotografia» questa volta ha immortalato, messi a segno proprio nel momento in cui siamo riusciti ad eliminare tutte le discariche abusive. Le intimidazioni non ci fermeranno perché siamo fermamente convinti che la politica non si fa ne con le minacce ne con le denunce ma con proposte concrete e serio e costante lavoro. Andremo avanti lo stesso noncuranti della maniacale persecuzione contro chi tutto il giorno, nel bene e nel male - conclude il sindaco - si spende per la comunità acatese".