Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 802
ACATE - 02/10/2016
Cronache - Incidente mortale con omissione di soccorso in contrada Macconi

Pirata della strada uccide un uomo

La vittima è il 33enne di nazionalità rumena Aurelian Rata Foto Corrierediragusa.it

Indagato il pirata della strada che, al volante della propria auto, ha travolto tre uomini, tutti rumeni, mentre camminavano al buio sul ciglio della strada, lungo la provinciale 31, in contrada Macconi, nei pressi della rotatoria. Il guidatore del veicolo, invece di fermarsi a prestare soccorso dopo aver travolto i tre pedoni, centrandone uno in pieno e non concedendogli scampo, ha sgommato via senza chiamare i soccorsi. L´uomo morto sul colpo è il 33enne Aurelian Rata, mentre gli altri due connazionali, pure loro feriti in maniera grave, sono stati trasportati in ambulanza all´ospedale "Guzzardi" di Vittoria, dove sono tutt´ora ricoverati. Uno di loro è in prognosi riservata me entrambi, per fortuna, non sono in pericolo di vita. Preziose si sarebbero rivelate le loro testimonianze rese ai carabinieri per risalire al pirata della strada. Per il guidatore del mezzo si profilano le ipotesi di reato di omicidio colposo con omissione di soccorso e lesioni personali gravissime.

Stando alla prima ricostruzione della dinamica dell´incidente mortale, verificatosi nella tarda nottata tra sabato e domenica, l´auto, sopraggiunta a velocità sostenuta, avrebbe travolto i tre rumeni che camminavano in fila indiana sul ciglio della strada per tornare a casa. Il guidatore, a causa della scarsa visibilità e per via della velocità elevata, avrebbe visto all´ultimo secondo il terzetto, senza poter fare nulla per evitare il fatale impatto costato la vita al rumeno 33enne. Sull´asfalto difatti non sarebbero stati riscontrati segni evidenti di frenata.

Il corpo del rumeno, dopo l´ispezione cadaverica che ha confermato il decesso causato dal grave politrauma alla testa, è stato trasportato nella camera mortuaria del cimitero di Acate, a disposizione del sostituto procuratore di turno del tribunale di Ragusa Gaetano Scollo.