Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 827
ACATE - 01/10/2014
Cronache - La situazione sarebbe potuta degenerare senza il tempestivo intervento dei militari

Rissa al bar con coltello sedata dai carabinieri. Un ferito

I contendenti dovranno rispondere di lesioni personali aggravate Foto Corrierediragusa.it

Sarebbe potuta finire in tragedia la rissa scoppiata in un bar di Acate, ma grazie al tempestivo intervento dei Carabinieri della locale Stazione la situazione è rientrata nella normalità. E’ successo dopo mezzanotte in un bar di C.da Nera quando, per ragioni ancora al vaglio degli inquirenti, il proprietario del bar e i due figli, nonché un barista, hanno iniziato ad aggredire, colpendolo con calci e pugni, un 34enne tunisino, da tempo loro cliente. Forse qualche parola di troppo o forse qualche bicchiere, ha scatenato l’impulsiva reazione dei quattro italiani nei confronti dell’avventore. La situazione è poi ulteriormente degenerata quando, uno dei quattro, ha estratto un coltello e ha ferito il tunisino: i Carabinieri, allertati da alcuni passanti, sono intervenuti prontamente soccorrendo il malcapitato, che è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Vittoria dove, ricoverato in ortopedia, ne avrà almeno per 30 giorni.

I militari giunti sul posto, dopo aver ricostruito la dinamica dei fatti grazie anche ad alcuni testimoni, hanno poi portato in caserma i quattro italiani, che inizialmente avevano fatto perdere le loro tracce, e li hanno deferiti in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria iblea, dinanzi alla quale dovranno rispondere di lesioni personali aggravate, minacce aggravate in concorso, nonché porto di armi: nei confronti dei quattro, i Carabinieri hanno proposto anche un’idonea misura cautelare.