Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1154
ACATE - 07/04/2014
Cronache - Lotta allo spaccio di stupefacenti da parte dei Carabinieri

Ad Acate e Comiso 2 arresti per droga

Entrambi i giovani sono stati sottoposti ai domiciliari Foto Corrierediragusa.it

Due arresti sono stati eseguiti dai Carabinieri di Acate e Comiso nell’ambito del contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti. Ad Acate un giovane è stato sorpreso in possesso di 23 grammi di «marijuana» suddivisa in dosi. Si tratta Rosario Saraceno, 40 anni, acatese, il quale, alla vista dei militar, prelevava da terra un barattolo in vetro, scagliandolo fuori dalla finestra. Il barattolo si frantumava sulla tettoria dell’abitazione adiacente. La droga contenuta veniva immediatamente recuperato dai militari operanti, i quali approfondendo la perquisizione all’interno dell’abitazione rinvenivano altresì un rotolo di carta stagnola dello stesso tipo cui erano confezionate le dosi, un contenitore di sigarette in latta, una busta tagliata con estremità sigillata da nastro azzurro, il tutto intriso ed emanante un forte odore di marijuana. Il giovane è stato arrestato e sottoposto ai domiciliari. Le manette erano scattate lo scorso novembre per il medesimo reato. Saraceno era stato condannato nel marzo 2014 ad una pena complessiva di anni 3 e mesi 4 di reclusione.

Il secondo arresto a a Comiso in un abitazione sita nei pressi di corso Vittorio Emanuele, dov’era stato segnalato un continuo andirivieni di persone. Dalla perquisizione domiciliare sono saltati fuori complessivi 210 grammi di «marijuana», suddivisa in diversi involucri di cellophane trasparente, nonché un bilancino elettronico utilizzato per pesare la droga ed euro 40 in contanti, il tutto posto sotto. Le manette sono scattate per Gianluca Palumbo, 25 anni, di Vittoria. Anche a quest’ultimo sono stati concessi i domiciliari. Complessivamente con questi arresti salgono a 17 le persone tratte in arresto nell’anno 2014, nell’ambito della «lotta alla droga» nella giurisdizione della Compagnia di Vittoria.