Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 542
ACATE - 16/02/2014
Cronache - I Carabinieri indagano su una presunta organizzazione dedita allo spaccio nelle campagne

La droga corre in bici: ciclista travolto

Durante una manovra, il conducente del mezzo Iveco non ha visto il ciclista che è morto in ospedale
Foto CorrierediRagusa.it

Potrebbe esserci un grosso giro di droga che corre sulle biciclette dietro all´incidente mortale verificatosi nei pressi di Acate sabato sera. Ha perso la vita Omar Errahali, marocchino di 33 anni, travolto mentre era in sella a una bici da un camioncino Fiat Iveco Magirus condotto da un camionista vittoriese di 48 anni, con precedenti di polizia. La vittima potrebbe essere un corriere della droga di una presunta organizzazione sulla quale stanno indagano i Carabinieri, dal momento che aveva della droga nei calzini. Il marocchino era domiciliato ad Acate ma irregolare nel territorio italiano. Anche l’immigrato è risultato avere precedenti penali per droga. E’ deceduto all’ospedale di Vittoria alle 19,30, due ore dopo l’incidente per le gravi ferite riportate. I Carabinieri di Acate, che conducono le indagini, durante l’ispezione cadaverica hanno trovato, nascosti nei calzini, 10 grammi di hashish suddiviso in stecchette.

Il magistrato di turno ha disposto la custodia della salma presso l’obitorio di Vittoria per gli ulteriori accertamenti del caso. Non è escluso che l´immigrato, come accennato, facesse parte di una vasta rete di corrieri della droga in bici utilizzata dalla presunta organizzazione criminale per spacciare nelle zone rurali e non solo dell´Ipparino tramite immigrati in bici per non destare sospetti.

Nella foto la scena dell´incidente mortale