Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 965
ACATE - 06/05/2013
Cronache - Manette per il romeno 36enne incensurato Gheorghe Cucu, accusato di tentato omicidio

Pasqua ortodossa finisce a coltellate

La vittima lotta tra la vita e la morte al "Guzzardi" di Vittoria Foto Corrierediragusa.it

La Pasqua ortodossa dei romeni sfocia nel sangue, con un accoltellamento tra connazionali a Marina di Acate. La vittima, un romeno di 45 anni sposato e impiegato come bracciante agricolo, sta lottando tra la vita e la morte al «Guzzardi» di Vittoria dove si trova ricoverato in prognosi riservata per la profonda ferita da taglio riportata all’addome. L’uomo è già stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Per l’aggressore, il connazionale 36enne Gheorghe Cucu, incensurato, pure lui bracciante, sono invece scattate le manette per tentato omicidio. I carabinieri, che stanno conducendo le indagini, hanno trovato l’arma impropria poco distante dalla casa del romeno. Si tratta di un tubo di ferro di un metro e 20 con attaccata all’estremità una lama ricurva lunga 20 centimetri e larga 3 (foto).

Un’arma costruita artigianalmente ma comunque letale, quella posta sotto sequestro dai militari, che stanno sentendo i testimoni per conoscere i motivi alla base dell’accoltellamento. Pare che i due romeni avessero comunque avuto un alterco per futili motivi poco prima, quando la vittima si era recata con la moglie a far visita ad una famiglia in un’abitazione vicina a quella dell’aggressore, per festeggiare assieme la Pasqua ortodossa . Poi Cucu ha affrontato di nuovo l’antagonista, portandosi appresso l’arma impropria con cui lo ha ferito in maniera grave.