Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 828
ACATE - 27/03/2013
Cronache - Controlli dei Carabinier Nas negli ovili ipparini

Pecore "in marcia" senza autorizzazione

Scoperti due bovini senza identificazione, potrebbero essere abbattuti e distrutti. Comisano e vittoriese denunciati perché bruciavano cavi elettrici per ricavarne il rame
Foto CorrierediRagusa.it

Un gregge di 570 pecore in marcia da Vittoria ad Acate senza autorizzazione. Il pastore proprietario degli ovini è stato sanzionato di 430 euro. Nel secondo gregge controllato dai Carabinieri del Nas, invece, è stato accertato che 4 bovini non erano identificati e la sanzione per i titolari è stata di 2 mila euro, con obbligo di identificare entro 2 giorni gli animali. In caso contrario i bovini saranno abbattuti e distrutti con spese a carico del titolare. Il servizio dei Nas ha l’obiettivo di contrastare i fenomeni della brucellosi, del pascolo abusivo e del maltrattamento di animali, molto frequenti in questi territori.

I militari della Stazione Carabinieri di Acate, hanno deferito in stato di libertà un comisano ed un vittoriese, poiché sorpresi, in contrada Pezza di Rizzo, ad incendiare cavi elettrici al fine di ricavarne il rame. Il reato commesso è smaltimento di plastica, mediante bruciatura, senza alcuna autorizzazione ed emettendo fumi nocivi. I cavi elettrici, per un peso di circa 50 kg, sono stati sottoposti a sequestro penale.