Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 856
ACATE - 16/11/2011
Cronache - Spaccio nei pressi della villa comunale

Un vittoriese di origine tunisina e un somalo arrestti dai Carabinieri ad Acate per spaccio di droga

Si tratta di due persone incensurate, uno nato a Vittoria da genitori tunisini, l’altro somalo domiciliato ad Acate
Foto CorrierediRagusa.it

Un vittoriese di origine tunisina e un somalo sono stati arrestati dai Carabinieri di Vittoria, guidati dal tenente Guido Cioli, nelle campagne di contrada Macconi. Belhadj Alì Khalef (nella foto a sinistra), nato a Vittoria ma di origine tunisina, studente e incensurato, Sabir Ahmed Bidaye, un 26 enne somalo residente a Comiso ma domiciliato ad Acate.

L’input all’operazione è stata data dall’offerta di sostanza stupefacente ad una persona presso la villa comunale nel centro di Acate. I Carabinieri hanno bloccato immediatamente i due presunti pusher e li hanno sottoposti a perquisizione personale, rinvenendo addosso ai due venticinque stecche di Hashish, già suddivise pronte per la vendita, per un peso complessivo di 40 grammi circa, dalle quale si stima possano essere estratte circa ottanta dosi. Nello stesso contesto i militari di Acate hanno sequestrato anche quaranta euro ritenuti il provento dell’attività di spaccio.

Al termine delle identificazioni gli arrestati sono stati condotti a Ragusa presso il Ragusa nel carcere di contrada Pendente a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

A quanto pare, il territorio acatese è diventato luogo di smercio di droga, se è vero i militari di Acate E’ in corso un’attività particolarmente incisiva di controllo del territorio di Acate e Vittoria hanno incentivato maggiormente i controlli dediti alla lotta allo spaccio.