Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 52
VITTORIA - 31/07/2010
Attualità - Vittoria: ai primi di agosto chiude la discarica di Pozzo Bollente

Emergenza rifiuti in piena estate? Si comincia da Vittoria

Fulvio Manno, a nome dell’Ato è chiaro: "Se i comuni non pagano possono ritrovarsi con l’immondizia in strada"

Dieci giorni di tempo e la discarica di Pozzo Bollente chiude. In piena estate la provincia di Ragusa è alle prese con l’emergenza rifiuti. Fulvio Manno, a nome dell’Ato è chiaro: «Se i comuni non pagano possono ritrovarsi con l’immondizia in strada. L’Ato non ha soldi e deve versare le somme ai siti dove andranno ad essere conferiti i rifiuti». Dal nove agosto dunque i comuni del versante ipparino conferiranno a Motta S. Anastasia grazie all’autorizzazione del dipartimento regionale delle acque e dei rifiuti. Dalla stessa data anche i comuni del versante modicano non conferiranno più a Mazzarrà S. Andrea nel messinese ma a Motta dimezzando i tempi di percorrenza dei camion compattatori.

Il gestore della discarica catanese tuttavia è stato chiaro; vuole essere pagato il 30 per in anticipo ed il saldo alla fine del mese altrimenti i compattatori troveranno i cancelli chiusi. Per i comuni è una corsa contro il tempo perché dovranno mettere in bilancio le somme necessarie; Modica ha bisogno di 130 mila euro per i due mesi previsti , Pozzallo di 40 mila, Vittoria di 167 mila e via dicendo.