Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:11 - Lettori online 1815
VITTORIA - 06/06/2010
Attualità - Vittoria: rinviato di 10 giorni uno sfratto in contrada Fanello

Iacp e Comune di Vittoria, bimba malata ferma Cultrera

Decisiva la mediazione del commissario di Polizia Capraro. Il presidente Iacp: «Prevalso il caso umano, ma se Vittoria non approverà la graduatoria destineremo nuovi alloggi ad altri comuni»

Sfratto rinviato grazie all’intermediazione del commissario Alfonso Capraro. Per il bene di una bambina malata e per evitare di fare esplodere socialmente un altro episodio legato alle case popolari di contrada Fanello. Il presidente Giovanni Cultrera ha concesso la proroga di 10 giorni alla famiglia che aveva occupato abusivamente il sito. Al di là di ogni cosa, rimane il dramma della casa che purtroppo coinvolge molte famiglie di tutti i comuni della provincia.

«E’ un caso eccezionale e particolare di una famiglia che, purtroppo –motiva Giovanni Cultrera- oltre a trovarsi in disagiate condizioni economiche, ha difficoltà a provvedere alla salute di una figlia, ancora in tenera età e che necessita di cure mediche. La patologia della bambina mi ha sconvolto e turbato, ma la legge deve essere uguale per tutti Avevo attenzionato il caso e la particolare situazione al comune di Vittoria perché provvedesse in tempo, ma soltanto ieri pomeriggio - ha continuato Cultrera - il comune ha fatto pervenire un fax all’Istituto, chiedendo un rinvio di giorni dieci. Mi auguro che non debbano capitare più situazioni analoghe, sia che si tratti di abusivi sia che si tratti di morosi, ora che da parte degli amministratori della città ipparina sono state date, oltre ad assicurazioni d’intervento, rassicurazioni circa la pubblicazione, a giorni, della graduatoria. Se ciò non dovesse accadere, lo Iacp destinerà un congruo numero di alloggi ad altri comuni della provincia anziché Vittoria».

Prima dello sfratto s’è creata un po’ di tensione davanti alla casa da sloggiare. Erano preenti la consulente del sindaco Rosanna Meli (ex assessore ai Servizi sociali) e il dirigente del Commissariato Alfonso Capraro, la cui presenza, spiega lo stesso Iacp, è stata determinante per concedere la proroga e risolvere il problema senza alcun pericolo di ordine pubblico. Capraro è intervenuto personalmente nei confronti del presidente Iacp Cultrera. La consulente Meli ha preso l’impegno di trovare una sistemazione dignitosa alla famiglia che dovrà lasciare la casa rendendo possibile la proroga di 10 giorni.